SHARE

Calciatori decisivi: chi sta portando più punti in Serie A nel 2019/20?

I migliori per il momento sono Bonucci, Candreva, Radu, Pastore, Fabian Ruiz e Calabria


|

Nuovo appuntamento stagionale con le “statistiche giocatori decisivi” relative a quelle che sulla carta sono le sei big di Serie A (Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio e Napoli). L’obiettivo di queste dieci graduatorie è quello di andare a vedere quanto ognuno dei giocatori risulti decisivo rispetto ai risultati ottenuti della squadra. In queste particolari classifiche l’approccio di base parte dall’ipotesi che un giocatore incida positivamente per la sua squadra quando è in campo nel momento in cui il suo team segna un gol che migliora in maniera rilevante il risultato (ovvero quando quel gol permette di passare da una sconfitta a un pareggio oppure da un pareggio a una vittoria).

Per i dettagli relativi ai metodi di calcolo e alle motivazioni che stanno dietro alla necessità di presentare ben 10 classifiche per squadra vi rimando a un passato articolo postato su Fantacalcio.it QUI. Ricordo brevemente che 5 sono relative al totale delle partite ufficiali disputate e 5 solo al campionato e che per classifiche “corrette” si intendono quelle al netto di eventuali spezzoni di partita giocati ma ininfluenti, ovvero con presenza in campo inferiore ai 45 minuti nei quali il segno del risultato sul campo (1, X o 2) non è cambiato. I calciatori fuori classifica, ovvero che non hanno totalizzato almeno la metà delle presenze valide nella graduatoria corrispondente, sono contrassegnati in neretto.

Partiamo con l’analisi delle squadre in ordine di classifica.

JUVENTUS

GLOBALE

+

Quattro leader diversi nelle classifiche della Juventus, a comandarne due su cinque è il sempre presente Bonucci. Nella media totale comanda Higuain uscito con la squadra in vantaggio nel pareggio con l'Atletico Madrid ed entrato prima della rimonta nella sfida interna contro la Lokomotiv Mosca. Nella media corretta il primo è Cuadrado, con lui in campo tutte vittorie tranne un pari con in più un bonus da "+3" nella rimonta di Brescia. La differenza vinte/perse corretta vede invece svettare per il momento Pjanic con 12 vittorie e 1 pareggio. Non male anche il rendimento di Alex Sandro con 11 vittorie e 3 pareggi.

Il peggiore di tutti è Bernardeschi con solamente 2 vittorie a fronte di 6 pareggi e 4 spezzoni. Nelle ultime posizioni troviamo anche Khedira (senza di lui 3 vittorie e 1 pari e due uscite contro la Lokomotiv Mosca prima del successo finale dei bianconeri), Dybala (che paga principalmente l'ingresso con la squadra in vantaggio a Madrid) e Matuidi (uscito con la squadra in svantaggio in casa contro la Lokomotiv Mosca).

CAMPIONATO

+

Nella solo campionato Bonucci prende il comando anche nella media totale, mentre nelle corrette svetta Cuadrado con 8 vittorie di cui una da 3 punti che porta la sua media a 2,125 a partita. Si conferma fra i migliori Alex Sandro e sale sul podio delle non corrette Cristiano Ronaldo con 8 vittorie e 2 pareggi.

Poche differenze con le graduatorie precedenti in fondo alla classifica dove troviamo sempre Bernardeschi, Khedira e Dybala. Scartando il punteggio negativo contro la Lokomotiv Mosca migliora leggermente Matuidi.

INTER

GLOBALE

+

Si dividono le prime posizioni Candreva (assente in due delle tre sconfitte stagionali dell'Inter e con due vittorie in rimonte da "+3" nelle ultime due giornate di campionato) e Lukaku (che non subisce punteggi negativi in Champions League). Nella classifica a punti, appaiati a loro in testa troviamo anche i sempre presenti Handanovic e Skriniar. L'unico altro giocatore ad agganciare il podio in almeno una classifica è Asamoah con 7 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.

Fra i peggiori presente in tutte le classifiche Gagliardini (4 punteggi positivi, 3 pari e 2 negativi fra cui l'uscita con la squadra in svantaggio contro il Bologna). Nelle non corrette male anche Biraghi (uscito entrambe le volte con l'Inter sotto nelle ultime due giornate di campionato) e Politano (sei punteggi pieni per lui fra i quali le tre sconfitte dei nerazzurri, più diversi spezzoni). Nelle corrette fra gli ultimi troviamo Godin (senza di lui 6 vittorie e 1 pari) e Lautaro Martinez, che seppur con buoni punteggi complessivi paga l'assenza in due partite vinte dalla squadra.

CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato Candreva è in testa in quattro graduatorie su cinque grazie ai già citati "+3" e al fatto di non essere in campo nella sconfitta contro la Juventus. Nella classifica a punti il sempre presente in campionato Brozovic va a fare compagnia in vetta ad Handanovic e Skriniar. Nelle corrette sul podio troviamo de Vrij (assente nel pari interno con il Parma) e Sensi (5 vittorie e 1 pareggio).

Oltre a Gagliardini, Politano e Biraghi, fra gli ultimi nelle corrette fanno il loro ingresso Vecino (nonostante il "+3" contro il Bologna paga la sconfitta con la Juventus e le tante assenze) e Bastoni (anche per lui presenza contro la Juve e diverse assenze). 

LAZIO

GLOBALE

+

Radu guida quattro classifiche su cinque avendo saltato sei partite delle quali quattro coincidenti con quattro delle cinque sconfitte stagionali della Lazio. La classifica a punti la guida Luis Alberto assente solo in due partite perse dalla Lazio in Europa League. Sul podio delle varie graduatorie troviamo anche Lulic, anche lui assente solo in due sconfitte ma con un pareggio nella vittoria di squadra contro la Fiorentina. 

Fra i peggiori punteggi negativi per Jony (con lui in campo 2 pareggi, 2 sconfitte e 4 spezzoni) e Parolo (senza di lui 4 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta). Nelle non corrette male Bastos (3 punteggi positivi, 3 negativi e 2 spezzoni), nelle corrette fra gli ultimi Lazzari (ha giocato in tutte le sconfitte di squadra, con lui fuori 3 vittorie e 2 pareggi), Milinkovic-Savic (non un fattore nelle vittorie su Fiorentina e Milan) e Caicedo (senza di lui 4 vittorie e 2 pari). 

CAMPIONATO

+

Molto equilibrio nelle solo campionato a dimostrazione del poco turnover attuato in Serie A da Inzaghi. I sempre presenti Strakosha, Acerbi e Luis Alberto guidano la classifica a punti, ma sono affiancati da Lulic  (primo nelle vinte/perse totali grazie all'assenza contro l'Inter) e Radu in testa alle medie totali, e oltre a loro anche da Immobile e Lucas Leiva (leader nella vinte/perse corretta grazie all'assenza di punteggi negativi) nelle medie corrette. 

Parolo, Caicedo e Milinkovic-Savic si confermano fra i peggiori in compagnia di Luis Felipe (assente in tre vittorie di squadra) e Correa (assente nella vittoria contro il Torino e con uno "0" nel successo contro la Fiorentina). Fuori classifica malissimo Vavro con uno spezzone e un solo punteggio valido di "-3" essendo entrato con la squadra in svantaggio nella partita persa contro la Spal.

ROMA

GLOBALE

+

Il redivivo Pastore guida tre classifiche su cinque con 5 vittorie e 4 pareggi nelle ultime nove partite giocate, dopo una prima parte di stagione che lo aveva visto protagonista solamente di tre spezzoni. Le altre due graduatorie sono guidate da Kluivert assente in una vittoria e in una sconfitta. Fra i primi troviamo anche Spinazzola (4 vittorie, 6 pareggi, 2 spezzoni, nessuna sconfitta) e Pau Lopez (assente solo nel pareggio di Europa League contro il Wolfsberg). 

In fondo punteggi negativi per Santon (1 vittoria, 1 pareggio, 2 sconfitte e 4 spezzoni). Male anche Florenzi (senza di lui 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte), Mancini (paga il "-2" alla prima giornata contro il Genoa) e Smalling (con lui fuori 3 vittorie e 3 pareggi). Fuori classifica cerca ancora il primo successo Under, che per ora ha nel suo score 2 pareggi, 2 sconfitte e 2 spezzoni.

CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato il migliore è Veretout, assente nei due pareggi iniziali. Si confermano fra i primi Kluivert e Spinazzola, con Pastore che perde qualche posizione per via delle poche presenze corredate con tre spezzoni. Nella classifica a punti primi assieme a Veretout troviamo i sempre presenti Kolarov, Pau Lopez e Dzeko

Fra gli ultimi troviamo sempre Santon e Florenzi, ai quali si aggiungono Cristante (senza di lui 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) e Zaniolo (non un fattore nei successi su Sassuolo e Lecce). 

NAPOLI

GLOBALE

+

Fabian Ruiz domina le classifiche del Napoli avendo saltato solo due partite coincidenti con un pareggio e una sconfitta dei partenopei. Nelle prime posizioni troviamo i quasi sempre presenti Koulibaly, Di Lorenzo, Zielinski e nelle non corrette anche Elmas con 3 vittorie, 3 pareggi e 4 spezzoni. 

In fondo alle classifiche troviamo nelle non corrette Llorente (nove spezzoni per lui abbassano le medie) e Luperto (1 vittoria, 3 pareggi, 4 spezzoni) e in generale Insigne (con lui fuori 2 vittorie e 1 pareggio, parzialmente compensati da uno "0" nella sconfitta contro il Cagliari), Manolas (senza di lui 3 vittorie e 3 pareggi, sempre presente nelle sconfitte), Lozano (2 vittorie, 8 pareggi, 2 spezzoni) e Mertens (vittoria nell'unica partita in cui era assente, più due spezzoni con una vittoria e un pareggio di squadra). 

CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato Fabian Ruiz mantiene la testa solo nella classifica a punti, mentre nelle altre al primo posto sale Maksimovic (6 presenze con 3 vittorie e 3 pareggi). Si conferma fra i primi Elmas e si aggiunge Milik (3 vittorie, 1 pareggio, 2 sconfitte). 

Fra gli ultimi si confermano Luperto, Llorente, Lozano, Manolas e Mertens, ai quali si aggiungono Meret (senza di lui 2 vittorie e 2 pareggi) e Mario Rui (con lui fuori 3 vittorie e 4 pareggi). 

MILAN

GLOBALE

+

Non giocando le coppe europee classifica unica per il Milan. Punteggi bassi per tutti, ma quello che si difende meglio è Calabria, unico giocatore con punteggi non negativi nella vinte/perse corretta (con lui fuori due sconfitte e un pareggio). Fra i meno peggio troviamo Kessié (due sconfitte nelle due partite che ha saltato), Paquetà (senza di lui 1 vittoria e 4 sconfitte, con un "+3" da lui guadagnato nella rimonta vincente contro il Genoa) e Rebic (1 vittoria, 1 pareggio, 1 sconfitta e 3 spezzoni).

Nei biassifondi delle classifiche troviamo Piatek (2 vittorie, 1 pareggio, 6 sconfitte e 2 spezzoni), Calhanoglu (sempre presente e con un "-1" nella vittoria sul Genoa), Hernandez (2 vittorie, 1 pareggio, 5 sconfitte e 1 spezzone), Musacchio (con lui fuori 1 vittoria e 2 sconfitte) e Leao (3 vittorie e 1 sconfitta con lui fuori). Ancora peggio fuori classifica Conti con 3 sconfitte, 1 pareggio e 1 spezzone. 

Appuntamento alla sosta natalizia per un nuovo aggiornamento delle statistiche calciatori decisivi relative alla Serie A 2019/20.