SHARE

Calciatori decisivi: chi ha portato più punti in Serie A nel 2018/19?

I MIGLIORI sono stati mandzukic, mertens, nainggolan, musacchio, PELLEGRINI e strakosha


|

Ultimo appuntamento stagionale con le “statistiche giocatori decisivi” relative a quelle che sulla carta sono le sei big di Serie A (Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio e Napoli). L’obiettivo di queste dieci graduatorie è quello di andare a vedere quanto ognuno dei giocatori risulti decisivo rispetto ai risultati ottenuti della squadra. In queste particolari classifiche l’approccio di base parte dall’ipotesi che un giocatore incida positivamente per la sua squadra quando è in campo nel momento in cui il suo team segna un gol che migliora in maniera rilevante il risultato (ovvero quando quel gol permette di passare da una sconfitta a un pareggio oppure da un pareggio a una vittoria).

Per i dettagli relativi ai metodi di calcolo e alle motivazioni che stanno dietro alla necessità di presentare ben 10 classifiche per squadra vi rimando a un passato articolo postato su Fantagazzetta QUI. Ricordo brevemente che 5 sono relative al totale delle partite ufficiali disputate e 5 solo al campionato e che per classifiche “corrette” si intendono quelle al netto di eventuali spezzoni di partita giocati ma ininfluenti, ovvero con presenza in campo inferiore ai 45 minuti nei quali il segno del risultato sul campo (1, X o 2) non è cambiato. I calciatori fuori classifica, ovvero che non hanno totalizzato almeno la metà delle presenze valide nella graduatoria corrispondente, sono contrassegnati in neretto.

Partiamo con l’analisi delle squadre in ordine di classifica soffermandoci in particolar modo sulle variazioni rispetto al precedente aggiornamento che potete rileggere QUI

JUVENTUS

GLOBALE

+

Pjanic vince la classifica a punti, ma a dominare le altre quattro classifiche è Mandzukic, che ha collezionato solo due punteggi negativi contro gli otto complessivi del club. Sul podio insieme a lui troviamo sempre Chiellini e Joao Cancelo, altri due giocatori che hanno subito solo due punteggi negativi in stagione ma che si ritrovano dietro al croato per aver conquistato un numero di vittorie minore. Fuori classifica score quasi perfetto per Benatia che ha lasciato la Juve dopo 5 vittorie e 1 pari. 

Nelle non corrette il peggiore è Douglas Costa (6 vittorie, 1 pareggio, ben 5 sconfitte e molti spezzoni, che una volta tolti lo escludono dalle graduatorie corrette). Male anche Bentancur (addirittura 10 punteggi negativi per lui), Emre Can (che paga principalmente l'ingresso con la Juventus in vantaggio nel pareggio interno contro il Parma e la presenza nella sola gara di ritorno contro l'Ajax), De Sciglio (partito molto bene ma che ha concluso la stagione con tre punteggi negativi in campionato e quattro nelle coppe) e nelle vinte/perse corretta Alex Sandro (8 punteggi negativi per lui). Punteggi negativi fuori classifica per molti giovani utilizzati nelle ultime partite di campionato.

SOLO CAMPIONATO

+

Nelle graduatorie solo campionato Mandzukic si conferma in testa nelle ultime quattro classifiche mentre a vincere la classifica a punti è Cristiano Ronaldo (senza di lui tre sconfitte in sette partite). Proprio questo score permette al fuoriclasse portoghese di salire al secondo posto delle altre quattro graduatorie seguito da Szczesny, che si è evitato tre delle quattro sconfitte di squadra.

Fra gli ultimi si confermano fra i peggiori Emre Can e Bentancur, ai quali si aggiungono nelle non corrette Bernardeschi (che paga i numerosi spezzoni) e nelle corrette Dybala (senza di lui 9 vittorie e 4 pareggi).

NAPOLI

GLOBALE

+

Mertens è il migliore del Napoli essendosi imposto in tre classifiche su cinque (presente in solo 4 dei 10 punteggi negativi dei partenopei). Le altre due classifiche le ha vinte Koulibaly (quasi sempre in campo, senza di lui 2 vittorie e 1 sconfitta). Ben piazzati anche Maksimovic (15 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte e 1 spezzone) e Milik (senza di lui 5 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte). Il particolare turnover a tre del Napoli fa sì che nessun portiere abbia raggiunto il numero di presenze necessarie per entrare nelle graduatorie, ma il migliore dei tre è stato Karnezis con un punteggio che lo avrebbe visto primeggiare in 3 classifiche su 5. Finché è rimasto a Napoli bene anche Rog con 4 vittorie, 1 sconfitta e tanti spezzoni.

Il peggiore della stagione risulta essere Mario Rui (5 sconfitte e 7 pareggi in 24 presenze esclusi spezzoni), al quale fanno compagnia nell'"antipodio" Zielinski (con lui fuori 4 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta più alcuni "0" presi in partite vinte dalla squadra) e Allan (senza di lui 8 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta). Fuori classifica punteggio negativo per Gaetano che ha partecipato alla sconfitta nell'ultima di campionato sul campo del Bologna. 

SOLO CAMPIONATO

+

Stessi vincitori per le graduatorie solo campionato, dove fuori classifica Meret sopravanza Karnezis nella media totale. Si confermano comunque sui podi Mertens, Koulibaly e Milik.

Ad Allan, Mario Rui e Zielinski si affiancano invece fra i peggiori Verdi nelle non corrette (5 vittorie, 1 pareggi, 3 sconfitte e 12 spezzoni) e Insigne nelle corrette (senza di lui 9 vittorie, 1 pareggio 2 sconfitte). 

INTER

GLOBALE

+

Per l'Inter è Nainggolan a imporsi in 3 classifiche su 5, assente in 8 dei 12 punteggi negativi stagionali dei nerazzurri. A imporsi nella graduatoria a punti è il quasi sempre presente Handanovic (assente solo negli ottavi di Coppa Italia, vinti da Padelli), mentre De Vrij vince le due non corrette (una parimerito con Nainggolan), senza di lui 6 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. Buoni risultati anche per Keita (11 vittorie, 2 pareggi, 2 sconfitte e molti spezzoni) e Lautaro Martinez (15 punteggi positivi, 6 pareggi e 5 sconfitte). 

Ultimo in tutte le classifiche è Borja Valero (8 vittorie, 10 pareggi, 7 sconfitte e alcuni spezzoni). Male anche Candreva (5 punteggi negativi su 18 validi), Vecino (senza di lui 9 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte) e Brozovic (con lui fuori 7 vittorie e 2 pareggi). 

SOLO CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato abbiamo 2 vittorie per Nainggolan, 2 per De Vrij e 1 per Handanovic. Oltre a Keita bene anche Skriniar (assente solo in 2 vittorie e 1 sconfitta) e Politano (non ha inciso in 4 vittorie ma è stato assente in 2 sconfitte). Fuori classifica bene Vrsaljko (5 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta, 2 spezzoni) e Ranocchia (1 vittoria, 3 spezzoni).

Fra i peggiori si confermano Borja Valero, Vecino e Brozovic ai quali si aggiungono Gagliardini (un po' penalizzato dagli spezzoni) e Perisic (senza di lui 4 vittorie e 1 sconfitta).

MILAN

GLOBALE

+

Nessuno ha ottenuto grandissimi risultati nel Milan, ma il migliore di tutti è stato Musacchio (senza di lui 8 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte). Solo nella classifica a punti a imporsi è stato invece Suso, che si è piazzato sul podio anche nelle altre classifiche (con lui fuori 4 vittorie, ma anche 2 pareggi e 2 sconfitte). Nelle prime posizioni troviamo anche Cutrone (5 punteggi negativi sui 12 di squadra), Borini (11 vittorie, 6 pareggi, 2 sconfitte e diversi spezzoni) e Kessié (con lui fuori 4 vittorie, 1 pareggio, 3 sconfitte). Fuori classifica una partita e una vittoria per Simic ma bene anche Piatek (11 vittorie, 3 pareggi, 4 sconfitte, 1 spezzone) che non è però riuscito a raggiungere un numero minimo di presenze. 

Il peggiore nelle non corrette è Castillejo (diversi spezzoni ma anche 8 punteggi negativi nonostante numerose assenze), mentre nelle corrette è Calabria (anche per lui 8 punteggi negativi). Nelle ultime posizioni anche Laxalt (6 vittorie, 5 pareggi, 4 sconfitte, 12 spezzoni), Bakayoko (senza di lui 6 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta) e Romagnoli (con lui fuori 5 vittorie, 3 pareggi, 1 sconfitta). Punteggi negativi fuori classifica per Halilovic (1 sconfitta, 2 spezzoni) e Bonaventura (3 vittorie, 3 pareggi, 4 sconfitte). 

SOLO CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato emerge Kessié, capace di vincere tutte e cinque le graduatorie (con lui fuori in Serie A 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte). Si confermano nei primi posti Musacchio, Suso, Borini e Cutrone. Fuori classifica si conferma la buona stagione di Piatek.

In fondo alle classifiche troviamo i soliti noti Castillejo, Bakayoko, Laxalt e Calabria

ROMA

GLOBALE

+

Lo. Pellegrini supera in volata Manolas della Roma battendolo per tre a due nelle vittorie nelle classifiche globali. Senza Pellegrini sono arrivate ben 8 sconfitte in 19 partite, mentre con il greco fuori lo score della squadra è stato 5 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. Bene anche El Shaarawy (senza di lui 6 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte). Fuori classifica una vittoria nell'unica presenza per Strootman.

La triade dei peggiori è formata da Cristante (con lui fuori 4 vittorie, 1 pari, 1 sconfitta), Zaniolo (12 vittorie ma anche 8 sconfitte con lui in campo) e Schick (anche per lui 8 sconfitte nonostante più di una assenza). Fuori classifica punteggi negativi per Marcano (4 vittorie, 2 pareggi, 5 sconfitte) e Lu. Pellegrini (1 vittoria, 2 sconfitte, 3 spezzoni).

SOLO CAMPIONATO 

+

Nelle graduatorie solo campionato trionfa Manolas poiché Lo. Pellegrini perde ovunque molte posizioni a causa del suo perfetto score nelle coppe (5 vittorie di squadra su 5 con lui in campo, 4 sconfitte su 4 con lui fuori). Ne approfitta per salire sui podi insieme ad El Shaarawy al suo posto Kolarov (senza di lui 3 vittorie ma anche 3 sconfitte).

Nelle parti basse della classifica si conferma Cristante, ma peggio di lui nelle non corrette ha fatto Juan Jesus (5 vittorie, 8 pareggi, 4 sconfitte, 3 spezzoni). Male anche Kluivert (presente in 5 delle 8 sconfitte di squadra nonostante le numerose assenze), Fazio (senza di lui 2 vittorie e 3 pareggi) e Olsen (6 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta con lui fuori), punteggi negativi per Karsdorp fuori classifica (2 vittorie, 4 pareggi, 3 sconfitte e 2 spezzoni). 

LAZIO

GLOBALE

+

Bastano due vittorie su cinque classifiche a Strakosha (con lui fuori 2 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte) per essere il migliore della Lazio. Nella classifica a punti vince Acerbi (assente solo nella sconfitta interna di campionato contro la Juventus), nella vinte/perse non corretta Lulic (con lui fuori 4 vittorie, 5 sconfitte), nelle vinte/perse corretta Caicedo (15 punteggi positivi contro i 10 negativi). Fuori classifica una presenza e un punteggio positivo per Armini (entrato con la Lazio in svantaggio nel pareggio interno contro il Bologna) e buoni punteggi per Romulo (6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte).

Nelle non corrette troviamo nelle ultime posizioni con punteggi negativi Badelj (4 punteggi positivi, ben 8 negativi) e Bastos (8 punteggi positivi ma 10 negativi). Nelle corrette il peggiore è Marusic (senza di lui 9 vittorie, 3 pareggi, 7 sconfitte), ma non bene nemmeno Parolo (con lui fuori 6 vittorie, 1 pareggio, 5 sconfitte), Immobile (5 vittorie, 2 sconfitte quando non ha giocato) e Radu (9 vittorie, 1 pareggio, 7 sconfitte senza di lui). Fuori classifica peggio di tutti ha fatto Bruno Jordao (due sconfitte, di cui una entrando con la squadra in vantaggio che gli è valsa un -3, e uno spezzone per lui). 

SOLO CAMPIONATO

+

Nelle solo campionato balzo in avanti di Correa che si impone nelle ultime tre classifiche, con lui fuori la Lazio ha perso ben 9 partite su 17. Acerbi e Lulic vincono in coabitazione la classifica a punti, mentre Lulic vince da solo la media totale. Si confermano i buoni risultati di Strakosha e Caicedo

Nessuna novità rispetto alle globali fra i peggiori dove troviamo nelle ultime posizioni Badelj, Marusic, Immobile e Parolo