SHARE

Calciomercato Milan, si aprono le piste Depay (che però costa tanto) e Strootman (che può arrivare grazie a Silva)

ieri incontro con l'agenzia che rappresenta entrambi. ecco la situazione del centrocampista e dell'attaccante


|

di Lucio Napolitano


"La prossima estate voglio un trasferimento in un club di alto livello. Il Lione è un grande club ma non è tra i primi cinque. Io voglio giocare in un club come il Real Madrid, come il Barcellona, oppure come il Chelsea, il Manchester City, il PSG o il Bayern Monaco. Insomma, una squadra che che vuole giocare veramente a calcio".

Parlava così, a fine gennaio, dalla Francia, Memphis Depay. 25 anni, olandese, seconda punta di ruolo, autore di una stagione di buon livello all'Olympique Lione (10 gol e 10 assist), è il nome nuovo per l'attacco del Milan, che oltre a due prime punte classiche (Cutrone e Piatek) e due adattate (Silva e Suso), ad oggi è ancora alla ricerca di un nome di spicco da collocare al fianco del nuovo numero 9.

Nome che Maldin e Boban hanno individuato appunto in Depay, i cui rappresentanti - due agenti della SEG - erano ieri a casa Milan. Depay ha ancora due anni di contratto, e per adesso solo una proposta da parte del Wolverhampton. Pagato 18 milioni dai francesi nel 2017, ora la richiesta di Aulas è di circa il doppio. Pochi giorni fa il patron del Lione ha dichiarato "Ho parlato con lui, per me Memphis sarà qui e per di più, Juninho conta su di lui. Se posso renderlo felice, faremo tutto il possibile affinché lui resti ancora qui".

Non facile, quindi, lavorare sulla pista Depay, a meno che non si riescano a cedere prima Suso e, forse, Cutrone. L'altro nome di cui s'è parlato con la SEG ieri è quello di Kevin Strootman, già pallino del Milan che lo aveva conteso aspramente alla Roma nel 2013: l'olandese non ha ancora compiuto 30 anni ma ha un ingaggio (4,5 milioni di euro netti a stagione) che il Marsiglia fatica a sostenere. Col Marsiglia però non si può trattare per meno di 20 milioni più bonus. Anche in questo caso l'operazione sarebbe onerosa, ma solvibile in un caso: se il club di André Villas-Boas (che deve sostituire Balotelli) accettasse di scambiarlo con Andre Silva, che però il Milan valuta poco più (intorno a 25). Una soluzione che farebbe comodo a entrambi i club.