SHARE
31OTT

TORINO-LAZIO 14:59


Nell'attacco granata può rivedersi Bonazzoli dall'inizio in coppia con Belotti, possibile partenza dalla panchina per Verdi dopo i 120 minuti in Coppa Italia. Sulla trequarti si candida Lukic, in regia Rincon con Meitè e Linetty ai lati; il polacco recuperato dalla contusione al piede rimediata mercoledì contro il Lecce, così come Gojak che ha smaltito un leggero affaticamento muscolare. Al centro della retroguardia torna dal 1' minuto Nkoulou al fianco di Bremer, riposa Lyanco. Terzini Vojvoda e Rodriguez, acciaccato Izzo.

A Formello monitorate le condizioni di Immobile, Luis Alberto, Lazzari ed Anderson che non hanno preso parte alla gara di Champions League contro il Brugge. L'intera squadra ripeterà i controlli oggi al fine di individuare i calciatori impiegabili nella gara di Torino. Intanto oggi si sono rivisti in campo Immobile, Strakosha e Leiva, oltre Luiz Felipe, Fares e Patric. Tuttavia i dubbi restano per Inzaghi come le scelte obbligate. In difesa spazio a Vavro al centro con lo slittamento di Acerbi a sinistra dinanzi al portiere Reina. In mezzo al campo Milinkovic Savic con Parolo e Akpa Akpro. Ipotesi cambio modulo con Correa trequartista alle spalle di Muriqi e Caicedo.

NAPOLI-SASSUOLO 14:45


Tornano a disposizione di mister Gattuso anche Zielinski ed Elmas, superato il coronavirus; il polacco si candida per una maglia da titolare a centrocampo e può dare respiro a Bakayoko mentre il macedone contende una maglia a Lozano sulla sinistra d'attacco visto che Insigne giovedì contro la Real Sociedad in Europa League ha riportato una lieve contrattura alla coscia sinistra e potrebbe sedere in panchina. Tra i pali potrebbe rivedersi Ospina, in difesa Hysaj in pole su Mario Rui. In attacco Osimhen sostenuto da Mertens. 

Nei neroverdi mister De Zerbi potrebbe confermare Raspadori con a sostegno Traorè, poi esterni offensivi Defrel e Boga. Sono indisponibili Toljan e Haraslin per coronavirus, inoltre un altro calciatore, di cui non è stato reso noto il nome, ha contratto il virus come risultato dall'ultimo giro di tamponi. Non convocati inoltre Djuricic, Caputo e Berardi. In mezzo al campo Obiang può scalzare Maxime Lopez. Dietro può rivedersi Muldur a destra, cerca poi posto Rogerio sulla sinistra e rimane insidiato Kyriakopoulos.

SPEZIA-JUVENTUS 14:34


Nelle fila dei liguri sono recuperati Marchizza e Maggiore dal coronavirus. Il primo dovrebbe lasciar posto a Dell'Orco però sulla sinistra di difesa, mentre il secondo potrebbe partire dalla panchina a vantaggio in mezzo al campo di Agoumè accompagnato da Ricci e Bartolomei. In avanti Verde e Gyasi si candidano per sostenere la punta Nzola, pronti a subentrare Farias e Agudelo. Ai box Erlic, Galabinov, Zoet, Acampora, Ramos, Mattiello, Mastinu e Capradossi. 
Mister Italiano in conferenza: "Rientrerà Marchizza, ma è solo al secondo allenamento. Siamo contenti del suo ritorno, è un calciatore duttile che in difesa può ricoprire diversi ruoli". 

Riaggregato al gruppo bianconero da giovedì Giorgio Chiellini, ma non farà parte della sfida contro i liguri così come De Ligt ancora in fase di recupero dall'infortunio alla spalla. Presente Bonucci, stringerà i denti e potrebbe guidare la difesa a tre completata da Danilo e Demiral. Arruolabile per la fascia Chiesa, scontata la squalifica, sul lato opposto ci sarà Frabotta. Ristabilitosi McKennie dal coronavirus al pari di Cristiano Ronaldo, convocati e partiti con la squadra. In attacco però ci saranno Morata e Dybala dal 1', dalla panchina il portoghese ed anche Ramsey che non è al meglio della condizione. A centrocampo dal 1' Arthur, rischio turnover per Kulusevski e Bentancur. Mister Pirlo in conferenza stampa: "E' arrivata la negatività anche del secondo tampone per Ronaldo, che sta bene e partirà con la squadra. Non credo però che parta titolare. De Ligt purtroppo deve aspettare ancora un settimana. Bonucci ci sarà. Chiellini non è ancora disponibile". 

UDINESE-MILAN 14:28


Nei friulani apparsi recuperati Musso e Nuytinck; il portiere argentino spinge per essere già domenica dal 1' tra i pali. Mister Gotti dovrebbe preferire Becao invece all'olandese in difesa, dove si giocano un posto Samir e Bonifazi; viva però anche l'opzione difesa a quattro nella quale farebbe le spese Samir a favore del tridente d'attacco che verrebbe completato da Deulofeu ai lati di Okaka e Lasagna. Può tornare Larsen a occupare la fascia destra; il danese ristabilito dall'infortunio, ma sarà staffetta con Molina. In mezzo al campo in pole Arslan per affiancare De Paul e Pereyra. 

Nei rossoneri ci sarà anche Rebic in Friuli, il croato è convocabile risolto l'infortunio al gomito, ma sulla sinistra d'attacco partirà Leao dal 1'. Prima punta agirà il solito Ibra, alle sue spalle Calhanoglu. Fascia destra affidata a Saelemaekers, KO Castillejo. In regia Bennacer insidiato da Tonali per affiancare Kessiè. Sulla destra di difesa rischia Calabria sul pressing di Dalot. In porta può tornare Gigio Donnarumma, risultato negativo venerdì al tampone al pari di Hauge e Gabbia che però si accomoderanno in panchina. Mister Pioli in conferenza: "Castillejo ha avuto un affaticamento muscolare, meglio non rischiare visto i tanti impegni che abbiamo. Rebic partirà dalla panchina". 

ROMA-FIORENTINA 14:17


E' recuperato Smalling, ma mister Fonseca si riserva fino all'ultimo di valutare la titolarità dell'inglese in difesa; se dovesse farcela, rischia di scivolare in panchina invece Kumbulla al quale dovrebbero essere preferiti Mancini ed Ibanez per completare il terzetto arretrato. In attacco Dzeko con Pedro e Mkhitaryan alle spalle, sulla fascia destra può spuntarla Karsdorp su Bruno Peres. Da valutare a Trigoria le condizioni di Carles Perez frenato da noie muscolari, ai box Santon. Mister Fonseca in conferenza stampa: "Smalling non ha fatto tutta la partita con il CSKA, vediamo domani se sarà pronto o no. Carles Perez oggi ha fatto lavoro individuale, ma penso che domani sarà pronto". 

Nella Viola è recuperato Ribery, che punta a tornare subito titolare in attacco con al fianco Kouamè; l'ivoriano infatti in pole sulla concorrenza di Cutrone e Vlahovic. Arruolabile anche Lirola, superato il dolore alla caviglia dopo il pestone rimediato nel turno precedente contro l'Udinese; lo spagnolo dovrebbe relegare inizialmente in panchina Callejon. Problemi alla caviglia invece per Pezzella che salterà la gara dell'Olimpico di Roma, al centro del terzetto di difesa ci sarà Martinez Quarta. 

CROTONE-ATALANTA 14:04


Attacco degli squali composto dal tandem Simy-Messias. Fuori causa Riviere per infortunio muscolare oltre Molina e Dragus in isolamento domiciliare causa coronavirus. A centrocampo mancherà per squalifica Cigarini, mister Stroppa opta per Vulic e Zanellato ai lati di Benali. Sulle fasce Pereira e Reca, dalla panchina Rispoli. Al centro della difesa Marrone preferito a Golemic.
I convocati: Cordaz, Festa, Crespi, Reca, Cuomo, Rispoli, Pereira P., Golemic, Magallan, Marrone, Luperto, Rojas, Benali, Crociata, Eduardo Henrique, Petriccione, Zanellato, Vulic, Messias, Siligardi, Simy.

Nella Dea mister Gasperini concede spazio in attacco a Muriel con al fianco Gomez e Malinovskyi, scivolano così in panchina Ilicic e Zapata. Dal 1' minuto Hateboer e Mojica sulle fasce e Freuler in cabina di regia con Pasalic, complici anche le assenze per infortunio di Gosens e De Roon. In difesa chance per Romero ai lati di Djimsiti e Toloi. Convocato il portiere Gollini ristabilitosi dal problema al ginocchio, ma tra i pali ancora Sportiello.
I convocati: Gollini, Rossi F., Sportiello, Djimsiti, Sutalo, Depaoli, Mojica, Hateboer, Toloi, Palomino, Romero, Ruggeri, Gomez, Pessina, Malinovskyi, Miranchuk, Freuler, Pasalic, Lammers, Diallo, Ilicic, Zapata D., Muriel.

VERONA-BENEVENTO 11:50


Negli scaligeri sono indisponibili Faraoni e Ruegg che si sono infortunati mercoledì in Coppa Italia, sulle fasce spazio a Lazovic e Dimarco. Usciti malconci invece dal match di domenica scorsa all'Allianz Stadium sia Ceccherini che Lovato, nulla di grave è emerso dagli esami medici ma anche la loro presenza in campionato per lunedì è a forte rischio. Fermo invece Favilli per una lesione muscolare alla gamba sinistra, in attacco dal 1' ci sarà Kalinic contro i sanniti. Chiamati agli straordinari Lazovic e Vieira a centrocampo, dove troverà posto anche Tameze. Sulla trequarti Colley potrebbe essere preferito inizialmente a Barak, dopo i 120 minuti giocati contro il Venezia mercoledì. In difesa potrebbe esserci la novità Gunter, tornato negativo ed in attesa dell'idoneità sportiva per scendere in campo.

Sulla trequarti sannita può essere confermato Roberto Insigne dal 1' al fianco di Caprari per supportare la punta Lapadula. Arruolabile Viola per il centrocampo, ma dovrebbe lasciare posto dall'inizio a Dabo con Schiattarella e Ionita. Le corsie di difesa dovrebbe essere presidiate da Letizia e Foulon, ma quest'ultimo resta insidiato da Maggio. Recuperato Moncini, siederà in panchina. Indisponibili Volta, Barba e Falque. 

SAMPDORIA-GENOA 10:40


In casa blucerchiata attenzioni rivolte alle condizioni di Candreva ed Adrien Silva. Il primo, in ripresa da un fastidio muscolare, è tornato in buona parte a lavorare con i compagni ma rimane in dubbio un suo impiego dal 1' nel derby. Mister Ranieri infatti potrebbe rinnovare la fiducia sulla fascia a Damsgaard, completando il reparto con Thorsby, Ekdal e Jankto. In attacco Ramirez resta in pole per affiancare Quagliarella, pronto a subentrare Keita. In difesa reclama posto Colley, ma la coppia centrale Yoshida-Tonelli ha ben figurato nella vittoria di Bergamo e può essere riproposta. Mister Ranieri in conferenza stampa: "Candreva si è rimesso e adesso deciderò se farlo giocare o se farlo ancora aspettare". 

Nell'attacco del Grifone salgono le quotazioni di Pjaca per far coppia con Pandev dall'inizio, nel caso dalla panchina partirebbero Scamacca e Destro. Al rilancio dal 1' minuto in mediana Zajc, regia affidata a Badelj. Sulla fascia destra Ghiglione visto che Zappacosta è infortunato, mentre a sinistra Pellegrini non è al meglio e si tiene pronto allora Czyborra. In difesa può rivedersi Criscito con Zapata e Goldaniga, nel caso esclusione per Biraschi, Masiello e Bani. 

INTER-PARMA 10:05


Nerazzurri privi dell'infortunato Sensi fermo per un risentimento muscolare, a centrocampo cerca posto Eriksen che potrebbe far rifiatare Vidal. Sulle fasce Hakimi e Darmian, iniziale panchina per Young. In difesa riecco De Vrij con Ranocchia e Kolarov. Davanti mancheranno gli infortunati Sanchez e Lukaku; il belga martedì in Champions ha lamentato un fastidio muscolare ed allora pronta l'opzione Perisic per assistere l'argentino Lautaro Martinez. Arruolabili Gagliardini e Radu negativi al tampone, il primo opzione per la mediana. Unico positivo al coronavirus in rosa rimane Skriniar. Il tecnico Conte in conferenza stampa: "L'assenza di Lukaku pesa, perchè oltre a lui mancherà anche Sanchez. Gagliardini sta bene, sono felice di riaverlo".

In casa gialloblu si sono riuniti al gruppo Osorio, Sprocati, Valenti e Dezi, invece di nuovo indisponibili Bruno Alves, Scozzarella ed Inglese. Mister Liverani ha lasciato a casa sia Cornelius che Gervinho in Coppa Italia, l'intenzione è di schierarli a San Siro dal 1' minuto in attacco con Kucka alle loro spalle. In alternativa, ipotesi tridente con l'aggiunta di Karamoh a svantaggio di Hernani e lo slittamento più dietro di Kucka. Fermo Laurini per noie fisiche, in difesa chance al centro per Osorio con lo slittamento di Iacoponi sulla destra. 
I convocati: Sepe, Rinaldi, Turk, Balogh, Pezzella Giu., Osorio, Gagliolo, Iacoponi, Valenti, Hernani, Brugman, Kucka, Dezi, Sohm, Grassi, Kurtic, Cyprien, Cornelius, Sprocati, Adorante, Gervinho, Karamoh.

BOLOGNA-CAGLIARI 10:01


Rossoblu che perdono Santander per circa quattro mesi a causa di un infortunio  al ginocchio; ai box anche Sansone e Mbaye per noie muscolari. Mister Mihajlovic in campionato rilancerà dal 1' Barrow sulla sinistra offensiva, prima punta agirà Palacio. Diga di metà campo composta da Schouten e Svanberg, ma cerca posto Dominguez. Difesa diretta da Danilo, terzini De Silvestri e Hickey. Indisponibili inoltre Medel, Dijks, Poli e Skov Olsen. Il tecnico dei felsinei in conferenza: "Soriano sta facendo bene e quando gioca bene è insostituibile. Barrow può anche giocare centrale, se ci sarà bisogno dovrà farlo". 
I convocati: Breza, Da Costa, Ravaglia, Skorupski; Arnofoli, Calabresi, Danilo, Denswil, De Silvestri, Hickey, Paz, Tomiyasu; Baldursson, Dominguez, Kingsley, Schouten, Soriano, Svanberg; Barrow, Orsolini, Palacio, Rabbi, Rocchi, Vignato.

Nei sardi può essere confermato Sottil nel tridente con Simeone e Joao Pedro, dalla panchina Ounas e Pavoletti. In mezzo al campo chiamato agli straordinari Marin dopo le fatiche di Coppa Italia, sarà coadiuvato da Rog e Nandez. Difesa diretta da Godin con l'aiuto di Walukiewicz, fasce presidiate da Zappa (in pole su Faragò, match di Coppa) e Lykogiannis. Primi passi in gruppo per Pereiro, risolto l'infortunio al piede, ma non fa parte dei convocati al pari degli indisponibili Luvumbo, Pinna e Ceppitelli. Mister Di Francesco in conferenza stampa: "Pereiro può fare l'alternativa a Joao Pedro, così come potrebbe adattarsi sull'esterno. Gli serve una condizione adeguata per poter essere convocato. Godin sta bene". 
I convocati: Cragno, Vicario, Aresti, Zappa, Carboni, Lykogiannis, Godin, Farago', Pisacane, Klavan, Walukiewicz, Marin, Rog, Caligara, Nandez, Tramoni M., Oliva, Sottil, Pavoletti, Cerri, Simeone, Ounas, Joao Pedro.