8MAG

JUVENTUS-MILAN 15:24


Cauto ottimismo nel quartier generale bianconero per il pieno recupero di Chiesa, che dovrebbe partire titolare sulla sinistra di centrocampo domenica sera. Mister Pirlo in attacco potrebbe preferire il ristabilito Morata dall'inizio con Cristiano Ronaldo, dalla panchina nel caso Dybala poi utilizzabile a gara in corso. In mediana Bentancur insidiato da Arthur per affiancare Rabiot. Al centro della retroguardia Bonucci e De Ligt, ma l'olandese rischia insidiato da Chiellini. Terzini agiranno Danilo e Alex Sandro, che rimane però in ballottaggio con McKennie per una maglia da titolare; se dovesse giocare lo statunitense a centrocampo, retrocederebbe Cuadrado sulla fascia di difesa. Tra i pali Szczesny. Mister Pirlo in conferenza stampa: "Rabiot sarà titolare. Morata sta bene ed è disponibile per giocare domani".

Per l'attacco rossonero è recuperato l'ex di turno Mario Mandzukic, ma siederà in panchina. Prima punta ci sarà Zlatan Ibrahimovic, altro ex della sfida, con a supporto Saelemaekers, Calhanoglu eDiaz (lo spagnolo provato in allenamento tra i titolari a svantaggio di Rebic e Leao). In regia Bennacer coadiuvato da Kessiè. Al centro della difesa farà rientro Kjaer al fianco di Tomori, che può vincere il ballottaggio con Romagnoli. Sulle fasce Calabria e Theo Hernandez, dinanzi alla porta di Gigio Donnarumma. Squalificato Castillejo. Mister Pioli in conferenza: "Ibrahimovic è un calciatore importante, ma non può vincere la partita da solo". 

GENOA-SASSUOLO 15:23


Nella difesa del Grifone mancherà Biraschi, vittima di una lesione di secondo grado al muscolo ileopsoas che lo costringerà a chiudere anzitempo il suo campionato; OUT anche Criscito alle prese con un edema al soleo, escluse dunque lesioni e valutato quotidianamente dallo staff medico. Mister Ballardini nel terzetto arretrato darà fiducia a Goldaniga con Radovanovic e Masiello. Sulla fascia Zappacosta e la novità Cassata, che potrebbe infatti essere preferito a Ghiglione e Czyborra. Arruolabile per l'attacco Pandev, che può tornare a far coppia con Destro; dalla panchina nel caso Scamacca e Shomurodov malgrado i gol messi a segno nelle ultime partite. Mister Ballardini in conferenza stampa: "Non ci sono Criscito e Biraschi, non cambieremo modulo all'inizio sicuramente. Sostituiremo gli indisponibili".

Nei neroverdi riaggregato in settimana al gruppo anche Ciccio Caputo, che fa parte dei convocati ma siederà in panchina visto il mese e mezzo circa di assenza per infortunio. In attacco, viste anche le condizioni non perfette di Defrel, mister De Zerbi potrebbe schierare il ristabilito Raspadori dal 1' minuto con a supporto Traorè. Ali d'attacco saranno Berardi e Djuricic, verso il forfait invece un acciaccato Boga. In mediana Lopez in lotta con Obiang per affiancare Locatelli. Squalificato Marlon, al centro della difesa la coppia Chiriches-Ferrari, mentre sulle fasce Muldur e Rogerio potrebbero vincere i rispettivi ballottaggi con Toljan e Kyriakopoulos. Mister De Zerbi in conferenza stampa: "Caputo verrà in panchina. Perdiamo Magnanelli oltre a Boga probabilmente. Poi Marlon è squalificato".

BENEVENTO-CAGLIARI 14:57


Nei sanniti mister Inzaghi potrebbe tornare al 3-5-2 con Schiattarella in cabina di regia con ai lati Ionita e Hetemaj, partenza dalla panchina nel caso per Viola. Sulle fasce Depaoli e Improta, mentre nel terzetto di difesa va verso la conferma Caldirola con Glik e Barba. In attacco può ricomporsi il tandem Caprari-Lapadula, pronto a subentrare Gaich. Non al meglio Iago Falque che siederà in panchina, recuperati in extremis Tuia e Letizia. Indisponibili Foulon, Moncini e Sau. 

Nei sardi riecco Joao Pedro in attacco dal 1' minuto in coppia con Pavoletti, pronto a subentrare invece Simeone. Ritrova una maglia da titolare anche Marin, scontata la squalifica; il rumeno andrà a piazzarsi in mezzo al campo assieme a Duncan e Nainggolan mentre sulle corsie esterne potrebbero vedersi Nandez e Lykogiannis (in pole su Zappa). In difesa stringerà i denti Ceppitelli, dopo la ferita lacero-contusa all'arcata orbitale destra, per completare il reparto con Godin e Carboni. In porta confermato Cragno. Mister Semplici in conferenza stampa: "Rientra Joao Pedro e già questo sarà importante. Tutti i ragazzi sono carichi". 

PARMA-ATALANTA 14:23


E' recuperato Conti per la difesa ducale, il terzino dovrebbe sistemarsi sulla destra preferito a Laurini e Busi. Al centro della retroguardia cerca conferma Bruno Alves, mentre sulla sinistra spazio per Gagliolo vista l'assenza di Pezzella dai convocati. In mediana spazio per Grassi con Kucka e Kurtic, OUT per infortunio Brugman e per squalifica Hernani. Avanti Cornelius potrebbe spuntarla ancora nel ballottaggio con Pellè, esterni offensivi potrebbero agire Brunetta e Gervinho. Indisponibile inoltre Mihaila al pari dei noti Zirkzee, Cyprien, Nicolussi Caviglia, Karamoh, Man, Inglese e Iacoponi. 
I convocati: Colombi, Sepe, Rinaldi, Bani, Balogh, Gagliolo, Busi, Dierckx, Laurini, Conti, Osorio, Zagaritis, Valenti, Bruno Alves, Camara, Brunetta, Kurtic, Grassi, Kucka, Sohm, Cornelius, Gervinho, Pelle'.

Nella Dea c'è ai box Toloi, vittima domenica scorsa contro il Sassuolo di una lesione muscolare di lieve entità al flessore della gamba destra. Mister Gasperini potrebbe schierare la difesa a 4: Hateboer (più di Maehle che giovedì si è limitato a un lavoro a parte per un fastidio al tendine d'Achille destro) e Gosens sulle fasce, poi Romero e Djimsiti al centro della retroguardia. Tuttavia, rimane in piedi l'opzione 3-4-2-1 con l'esclusione iniziale di Muriel a favore di Palomino che andrebbe a completare il terzetto arretrato. Sulla trequarti reclama poi posto Pasalic, serrato il duello con Pessina, mentre appare inamovibile Malinovskyi in un grande stato di forma. Diga mediana composta da De Roon e Freuler, da prima punta dovrebbe agire ancora Zapata. 

FIORENTINA-LAZIO 14:17


Nella Viola sospiro di sollievo per le condizioni di Franck Ribery, dopo la botta alla gamba destra che domenica scorsa al Dall'Ara ha costretto il francese a lasciare il campo. L'attaccante in settimana, al pari di Kokorin, si è riunito al gruppo in allenamento; Ribery dovrebbe farcela dunque a essere titolare nel prossimo turno di campionato al fianco di Dusan Vlahovic.Squalificato Igor, sula fascia sinistra Biraghi dal 1' minuto. Ballottaggio Martinez Quarta-Venuti; in pole quest'ultimo, ma se dovesse giocare l'argentino allora Caceres verrebbe dirottato sulla fascia destra. In mezzo al campo Castrovilli reclama posto, vivo il duello con Pulgar per una maglia con il cileno leggermente favorito al fianco di Amrabat e Bonaventura. Mister Iachini in conferenza stampa: "Ribery si è allenato col gruppo. Su Castrovilli punto molto, ha avuto qualche problemino nelle ultime settimane e ho preferito utilizzarlo nella seconda parte di gara"
I convocati: Dragowski, Terracciano, Rosati, Barreca, Caceres, Venuti, Olivera M., Malcuit, Martinez Quarta, Milenkovic, Biraghi, Pezzella Ger., Montiel, Castrovilli, Eysseric, Ponsi, Pulgar, Callejon, Amrabat, Bonaventura, Kouame', Kokorin, Ribery, Vlahovic.

Inizio di settimana a riposo per Milinkovic Savic, piccolo campanello d'allarme rientrato però da giovedì quando il serbo è stato riaggregato al gruppo in allenamento e ci sarà nella gara di sabato a Firenze nella mediana completata da Leiva e Luis Alberto. Fasce occupate da Lazzari e Lulic, è infatti squalificato Fares. In attacco il tandem formato da Correa e Immobile. Difesa diretta da Acerbi, che torna titolare scontato il turno di stop, con ai lati Marusic e Radu. Mister Inzaghi in conferenza stampa: "Luiz Felipe ha sempre fatto molto bene come centrale, a cinque gare dalla fine ho scelto di sostituire Hoedt. Non ci saranno per infortunio Escalante e Caicedo". 
I convocati: Alia, Strakosha, Reina, Patric, Musacchio, Acerbi, Radu, Luiz Felipe, Akpa Akpro, Lazzari, Lulic, Parolo, Lucas Leiva, Marusic, Pereira A., Cataldi, Luis Alberto, Milinkovic-Savic, Immobile, Muriqi, Correa.

ROMA-CROTONE 14:10


In casa giallorossa è squalificato Mancini, ma la nota positiva è il recupero di Pedro che potrebbe essere schierato dal 1' sulla trequarti con Mkhitaryan (insidiato da Pastore) per sostenere la punta Borja Mayoral che resta favorito su Dzeko per una maglia da titolare. In difesa riecco Ibanez dall'inizio, recuperato poi Kumbulla dalla contusione al fianco rimediata contro la Samp; il terzetto potrebbe essere completato da Fazio. Sulle fasce in pole Reynolds e Santon, in mezzo al campo Pellegrini con Darboe; possono rifiatare Karsdorp e Cristante. Tra i pali chance per Fuzato, in pole su Mirante. Da valutare nella rifinitura le condizioni degli acciaccati Villar, Diawara e Carles Perez, che proveranno a sedere quantomeno in panchina. Indisponibili Smalling, Veretout, Spinazzola, Pau Lopez e Zaniolo. Mister Fonseca in conferenza stampa: "Darboe sarà titolare". 

Nei calabresi sono apparsi recuperabili Reca da un trauma contusivo al polpaccio e Cigarini da un trauma contusivo all'alluce sinistro; entrambi usciti acciaccati contro l'Inter nell'ultimo turno di campionato. Mister Cosmi per la regia, tuttavia, tiene in preallarme Eduardo Henrique, mentre sulla fascia sinistra si tiene pronto, nel caso il polacco non ce la facesse, Pedro Pereira. In attacco Messias a sostegno di Ounas e Simy. In difesa Magallan verso la conferma con Golemic e Djidji. Mister Cosmi in conferenza stampa: "Tranne Di Carmine, sono tutti a disposizione". 

UDINESE-BOLOGNA 13:54


Nei friulani gli acciaccati Bonifazi (contusione alla tibia) e Llorente (fastidio al collo) fanno parte dei convocati. Il difensore sarà titolare nel reparto poi completato da Nuytinck e Becao, dinanzi al portiere Musso che riprenderà il suo posto scontata la squalifica. L'attaccante siederà al massimo in panchina; mister Gotti confermerà infatti Pereyra trequartista alle spalle della punta Okaka. Regista sarà Arslan coadiuvato da De Paul e Walace. Pronto a subentrare Forestieri che si è messo in mostra in settimana al Bruseschi. Sulle corsie esterne impiegati Larsen e MolinaMister Gotti in conferenza stampa: "Llorente svolgerà il primo allenamento in gruppo domenica mattina, quindi il giorno dopo la partita con il Bologna". 
I convocati: Scuffet, Gasparini, Musso, Nuytinck, Stryger Larsen, Ouwejan, Rodrigo Becao, Zeegelaar, Bonifazi, De Maio, Samir, Molina N., Pereyra, Walace, Arslan, Micin, Palumbo, Makengo, De Paul, Llorente, Okaka, Forestieri.

Nei rossoblu torna arruolabile Schouten dopo la squalifica, che sarà affiancato ancora da Soriano; sulla trequarti conferma per Vignato alle spalle della punta Palacio. Esterni offensivi Skov Olsen e Barrow, dalla panchina il ristabilito Sansone oltre Orsolini e Svanberg. Al centro della retroguardia Soumaoro con Danilo; terzini si disporranno Tomiyasu e Dijks, infatti quest'ultimo da giovedì è stato riaggregato al gruppo. Ai box invece Medel, Hickey, Dominguez e Santander. Mister Mihajlovic in conferenza stampa: "Vignato sa adattarsi in più ruoli. Dijks è OK, vediamo se farlo partire titolare". 
I convocati: Da Costa, Ravaglia, Skorupski; Amey, Antov, Danilo, De Silvestri, Dijks, Faragò, Mbaye, Soumaoro, Tomiyasu; Baldursson, Poli, Schouten, Soriano, Svanberg, Urbanski; Barrow, Juwara, Orsolini, Palacio, Sansone, Skov Olsen, Vignato.

SPEZIA-NAPOLI 13:52


Nei liguri mister Italiano deve ovviare all'assenza per squalifica di Nzola, al centro dell'attacco agirà Agudelo da falso nove con ai lati Gyasi e Verde. Dalla panchina, invece, Galabinov, Piccoli e il ristabilito Farias. In regia Ricci con ai lati Maggiore ed Estevez, non al meglio Leo Sena che in settimana ha lavorato in disparte e non è stato convocato. Recuperato Erlic, ma al centro della difesa ci sarà Chabot con Ismajli. Sulla sinistra preferito ancora Marchizza a Bastoni. Mister Italiano in conferenza stampa: "Saponara è un uomo-squadra, ha colpi importanti e qualità; sarà importante la sua esperienza in questo finale di campionato". 
I convocati: Zoet, Rafael, Provedel, Ismajli, Marchizza, Terzi, Bastoni S., Chabot, Erlic, Vignali, Dell'orco, Ferrer, Estevez, Agoumè, Maggiore, Agudelo, Ricci M., Saponara, Pobega, Acampora, Galabinov, Piccoli, Gyasi, Farias, Verde.

Nei partenopei è recuperato Osimhen dopo la contusione alla testa rimediata contro il Cagliari; il nigeriano preferito a Mertens al centro dell'attacco. Sulla destra offensiva Politano la spunta nel ballottaggio con Lozano per completare la linea di trequartisti con Zielinski e Insigne. In mediana Demme con Ruiz, KO Lobotka operato mercoledì alle tonsille. In difesa mancherà per infortunio Koulibaly oltre Maksimovic causa coronavirus, al centro verrà schierata la coppia Rrahmani-Manolas. Tra i pali Meret, solo panchina invece per Ospina tornato in gruppo da giovedì.
I convocati: Meret, Ospina, Contini, Di Lorenzo, Hysaj, Manolas, Rrahmani, Mario Rui, Demme, Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski, Bakayoko, Lozano, Mertens, Osimhen, Petagna, Politano, Insigne, Costanzo, Zedadka, Labriola, D'Agostino.

VERONA-TORINO 13:02


Nella difesa scaligera torna Ceccherini, scontata la squalifica, rischia di star fuori invece Gunter. Tra i pali novità Pandur, scivola in panchina Silvestri. A centrocampo Sturaro e Barak, complice il turno di stop per Tameze sanzionato dal Giudice Sportivo. Corsie esterne presidiate da Faraoni e Lazovic. In attacco Lasagna sostenuto da Zaccagni e Salcedo, ma scalpitano Bessa e Kalinic. Ai box Veloso e Vieira. Mister Juric in conferenza stampa: "In porta vogliamo dare una chance, in queste ultime quattro gare, a Pandur. Giocherà sicuramente Magnani dietro, vedremo chi scenderà in campo assieme a lui".

Nei granata arruolabili Verdi e Mandragora, che dovrebbero ritrovare posto nell'11 titolare scontate le rispettive squalifiche. Il primo potrebbe agire da trequartista alle spalle della coppia d'attacco formata da Belotti e Zaza (preferito nel caso a Sanabria); il secondo, invece, dovrebbe sistemarsi al fianco di Rincon in mezzo al campo. Sulle fasce Ansaldi e Vojvoda, con quest'ultimo che può vincere il ballottaggio sulla destra con Singo. Difesa diretta da Nkoulou con ai lati Bremer e Buongiorno, che potrebbe infatti dare respiro ad un acciaccato Izzo (affaticamento ai flessori della coscia sinistra). Tra i pali Sirigu. Indisponibile Murru (distrazione ai flessori della coscia sinistra), verso il forfait anche Milinkovic Savic per un problema alla caviglia. 

INTER-SAMPDORIA 11:15


Nelle fila dei nerazzurri mister Conte valuta il turnover in questo finale di campionato, dopo aver ottenuto l'aritmetica per lo scudetto. Avanti titolare Sanchez, duello aperto per affiancare il cileno tra Lukaku e Lautaro Martinez (favorito l'argentino). In regia Gagliardini con ai lati Sensi ed Eriksen, scalpita poi Vecino per subentrare. Sulle fasce Young e Hakimi, ma quest'ultimo resta tallonato da Darmian. Difesa diretta da Ranocchia con ai lati D'Ambrosio e Bastoni, tra i pali potrebbe spuntarla Handanovic, seppur non sia stato impeccabile ultimamente, a svantaggio di Radu.

Nei blucerchiati sono recuperati Ekdal e Quagliarella; lo svedese insidia la titolarità di Adrien Silva in cabina di regia mentre l'attaccante può vincere il duello con Keità e per far coppia con Gabbiadini. Mister Ranieri in difesa deve poi sciogliere il dubbio tra Tonelli e Yoshida per affiancare Colley, terzini invece agiranno Bereszynski e Augello. Sulla fascia destra di centrocampo può rivedersi dal 1' minuto Candreva, ma viva rimane l'opzione Damsgaard. Mister Ranieri in conferenza stampa: "Convocherò tutti e 26 i calciatori, è giusto che siano con me e andremo tutti insieme a San Siro". 
I convocati: Audero, Letica, Ravaglia; Augello, Bereszynski, Colley, Ferrari, Regini, Rocha, Tonelli, Yoshida; Askildsen, Candreva, Damsgaard, Ekdal, Jankto, Léris, Silva, Thorsby, Verre; Balde, Gabbiadini, La Gumina, Quagliarella, Ramírez, Torregrossa.