SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

 
Fatih Terim, ex tecnico turco di Fiorentina e Milan, ha parlato della gara tra la sua Turchia e l'Italia che aprirà l'edizione 2021 degli Europei. Queste le parole del tecnico turco sulle possibilità che le squadra avanzino nel torneo. 

Intervista a Terim su Euro 2021


«Potete chi edere a qualsiasi mio concittadino: vi dirà dove era quel giorno a vedere la partita! Sembrava un sogno impossibile: eravamo in quinta urna, con Lettonia, Isole Faroe, Malta...Siamo invece riusciti ad andare in Inghilterra con una sola sconfitta in quel girone. E oggi, 25 anni fa, è stata la partita che ha dato il via a una rivoluzione». 


Esperienza da ct e terzo posto? 
«Già, e in semifinale con la Germania, mi mancavano uomini decisivi. Non fossimo stati eliminati...». 


Tornando all'11 giugno ma nel 2000 si giocò Italia-Turchia, prima partita europea in Belgio-Olanda. 
«In pratica gli azzurri affrontarono il... Galatasaray. Era il club che aveva vinto tutti i campionati tra il 1996 e il 2000, la coppa Uefa a maggio. C'erano 10 giocatori di quella squadra in quella Turchia. Adesso i migliori dei nostri giocano nei campionati d'Europa». 

Terim sui calciatori in giro per l'Europa


Come Demiral, Calhanoglu, Yazici, Ünder, Burak Yilmaz. Ma prima del 1996 nessun giocatore turco era andato a giocare all'estero. Poi la sua svolta 
«Questa è una felicità per me. Ho spinto perché questo avvenisse. Sono cambiate le regole, anche l’età per trasferirsi è diminuita notevolmente, il che è positivo per maturare e migliorarsi prima»  


Veniamo a Italia-Turchia di domani. L'onere dell'esordio sarà tutto sugli azzurri. 
«Non credo che questo vi creerà alcuna pressione. L'Italia è una delle migliori squadre della storia del calcio. Quella maglia ti motiva, davanti a tutto il mondo. Allo stesso modo in Turchia. Le aspettative sono alte. Sarà uno spettacolo».  

Intervista a Terim su Euro 2021


Dove possono arrivare in questo Europeo? E chi lo può vincere? 
«Vorrei che la partita di apertura e la partita di chiusura si giocassero tra le stesse due squadre... Ma Francia, Inghilterra e Belgio sono avanti. La Germania resta la Germania. E non dimentichiamoci la Spagna mentre il Portogallo mi emoziona molto. Insomma, questo Europeo promette bene».