L'inizio degli Europei si avvicina. Oggi, da Coverciano, in conferenza stampa si è presentato Manuel Locatelli: in attesa di capire quali saranno le condizioni di Verratti, sembrerebbe lui il candidato nr. 1 per prendere il suo posto, come confermato anche nell'amichevole con la Repubblica Ceca. Il ct Mancini si fida di lui e vuole dargli spazio in questi Europei. 

Una potenziale sorpresa, Manuel Locatelli, che oggi ha parlato sia di Nazionale che di futuro. Precisando una cosa: con il ds del Sassuolo Manuel ha già parlato, ma il suo futuro verrà affrontato dopo Euro 2020, una competizione troppo importante per presentarsi distratti. Il girone dell'Italia è complicato, e merita tutta l'attenzione di Locatelli. 

Questo un estratto della conferenza stampa di Locatelli. 

La miglior stagione di Locatelli 

"Il fatto che sia stato spostato mi ha agevolato, è stata una stagione dove sono maturato. Sono cambiato come calciatore, come persona, mi sento più maturo e responsabile". 

Il calciomercato e il futuro 

"Sono solo chiacchiere. C'è una competizione così importante da giocare che sono concentrato su questo. So che dopo l'Europeo dovrò prendere delle decisioni. Ho parlato con Carnevali, siamo consapevoli della strada da prendere".

Il ruolo in Nazionale... e non solo 

"Il ruolo? Mi trovo benissimo quando gioco a due come a Sassuolo, come qui quando impostiamo. Posso dare equilibrio e andare avanti con la palla, cercare la giocata. Posso giocare anche davanti alla difesa, sono anche duttile".

I miei compagni di reparto in Nazionale 

 

 "Verratti lo studiavo su Youtube, ho visto quanto sia forte. Ti sfida quando ha la palla, è fortissimo. Io posso dare altre qualità ma non siamo simili. Jorginho? È veramente forte, ha una dota che gli invidio: sa far giocare bene anche i compagni, sa dare equilibrio, fiducia".