SHARE

TOP11 dei FANTA-EX: la dura legge del +3 di chi ha il dente avvelenato. 5a giornata

QUANTE VOLTE AVETE PENSATO "SCHIERO QUESTO E NON QUEST'ALTRO PERCHÉ È UN EX, E GLI EX SEGNANO SEMPRE"? BEH, UN AIUTO VE LO DAREMO NOI. E TUTTE LE SETTIMANE


|

Il rapporto con la sua ex tifoseria non è mai stato idilliaco e così continuerà a essere. Questione di presunta mancata riconoscenza, di provocazioni in campo, di atteggiamenti e comportamenti che a tutto servono tranne che a stemperare gli animi. E' il binomio Mauro Icardi - Sampdoria: prendere o lasciare. Eppure sono stati proprio i blucerchiati a lanciarlo nel grande calcio, nella Serie A tanto sognata anche dal diretto interessato. Dopo un anno in Primavera e, soprattutto, dopo i preziosissimi insegnamenti nella cantera del Barcellona. Dove ha conosciuto i più grandi, da cui ha potuto carpire i segreti per diventare campione. Oggi il centravanti dell'Inter è sulla buona strada: a 25 anni continua a segnare a raffica e alla sua prima in Champions ha dimostrato a tutta Europa di che pasta è fatto, non soltanto entro i confini italiani. L'obiettivo ora è chiaro: sfruttare l'onda lunga della prodezza al Tottenham e i primi tre punti nel girone, per fare ancora una volta male ai tifosi doriani. In quello stadio che un tempo era suo. Lì dove tutti, in fondo, sapevano che sarebbe diventato uno dei migliori in circolazione.


La parentesi di Ciro Immobile con la maglia del Genoa è stata breve ma fondamentale per la sua carriera. Appena una stagione (2012/2013), ma dal sapore speciale: la sua prima in assoluto da titolare in Serie A. Logica conseguenza e gratificazione dopo lo strepitoso campionato di cadetteria a Pescara: 28 centri in 37 presenze, promozione nella massima categoria insieme a gente del calibro di Insigne e Verratti. Non andò benissimo ai piedi della Lanterna (solo 5 reti), ma si trattava solo di un trampolino di lancio. Non a caso appena dodici mesi più tardi a Torino riuscirà a laurearsi capocannoniere con la bellezza di 22 gol. Poi Dortmund, Siviglia, di nuovo in granata e infine la Lazio, casa stabile e habitat ideale in cui dare pieno sfogo alla propria enorme vena realizzativa. Finora per lui un solo +3, quello splendido (ma inutile) al Napoli all'esordio. Dopo essere rimasto a secco contro Juventus ed Empoli, che sia di nuovo la volta buona per vederlo tornare a bucare la rete avversaria?

Icardi a contrasto con Bonucci

+
Immobile in azione con la maglia del Genoa

+
Tra i pali troviamo Federico Marchetti: per lui sette stagioni (sei da titolare) con la Lazio e la conquista della storica Coppa Italia del 2013 col derby in finale.


Difesa a tre composta da Bruno Alves (l'anno scorso proprio a Cagliari), Milan Skriniar (esploso a Genova, acquistato dall'Inter per quasi 30 milioni di euro) e Felipe Dal Bello (26 apparizioni totali in viola).

Centrocampo a quattro formato da Giacomo Bonaventura (gioiello atalantino dal 2010 al 2014), Franck Kessie (anche lui pezzo pregiato della Dea due anni fa, 6 reti in nerazzurro), Jasmin Kurtic (campionato di transizione a Firenze prima di passare a Bergamo) e Simone Verdi (tra A e B a Torino, prima esperienza in prestito per mano del Milan).

Tridente completato da Goran Pandev, emblema dell'ex dal dente avvelenato: il macedone, a pari merito con Klose a quota 64 gol con la Lazio (miglior marcatore straniero di sempre), a Roma ha conquistato 1 Coppa Italia e 1 Supercoppa italiana.

Top 11 Fanta-Ex - 5a giornata

+

C'è la dura legge del gol, ma anche la dura legge dell'ex. Ed, ovviamente, anche quella che più ci interessa: ovvero la dura legge del gol dell'ex.

Quanti di voi, nello schierare la fantaformazione, almeno una volta - se non spesso - vi siete ritrovati a dover scegliere tra due calciatori praticamente equivalenti a livello fantacalcistico, ed avete pensato "Si, però Tizio è un ex. E magari...".

Già. Perché da che mondo è mondo, anche se non verificata a livello statistico, esiste una legge non scritta che dice che l'ex punisce sempre. Vero? Falso? Solo il futuro può dirlo. Quel che è certo è che, vista anche la frenesia del calciomercato italiano, di settimana in settimana in Serie A decine di ex incontrano le loro vecchie squadre, e col dente più o meno avvelenato. Ecco perché, ad ogni turno di campionato, e solo qui su Fantagazzetta, convinti di farvi cosa gradita, proveremo a proporvi addirittura un undici di ex "consigliabile" in sede fantacalcistica.


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!