SHARE

Fantacalcio, le probabili formazioni 2019/20: come cambia la Serie A, chi gioca e chi no

Le infografiche della nuova Serie A: ecco schierati tutti i probabili 11 titolari, con relativi ballottaggi


|

A farvi da fedele compagna in questa intensa corsa al calciomercato c'è fantacalcio.it. Il palinsesto, attivo ed operativo, è completato da un'iniziativa corposa ed utilissima per i fantallenatori: le infografiche delle "Probabili formazioni" titolari di tutte e 20 le squadre della Serie A 2019/20. Aggiornate in tempo reale, con tutte le ufficialità del calciomercato e disposte in campo secondo le indicazioni degli allenatori. Un compendio utilissimo alla 'Guida per l'asta perfetta', disponibile da fine luglio con una nuova veste grafica, nuove funzionalità e altre novità, che ormai da oltre 10 anni accompagna i fantallenatori all'asta, e rappresenta il manuale per eccellenza di questo magnifico gioco.

ATALANTA

Allenatore: Gasperini (confermato)

Modulo: il tecnico fedele al 3-4-1-2, in alternativa anche un più coperto 3-5-1-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Gollini; Toloi, Kjaer, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; A. Gomez; Ilicic, Duvan Zapata.

Ballottaggi: Kjaer/Djimsiti; Castagne/Gosens; Ilicic/Pasalic con il croato possibile 3-5-1-1; Gomez/Malinovsky; Zapata/Muriel.

Note: la conquista della qualificazione alla Champions League comporterà, inevitabilmente, turnover in campionato. Mister Gasperini, dunque, chiamato ad alternare uomini in ogni reparto. Sulle fasce c'è il duttile Castagne, che ne giocherà tante alternandosi con Gosens. Novità Malinovsky, al momento visto dal tecnico come vice-Gomez, ma che può giocare anche come mediano al posto di uno tra Freuler o De Roon. Davanti è arrivato Muriel, ristabilitosi dall'infortunio al ginocchio patito in Copa America, che avrà il suo spazio e si alternerà con tutti gli uomini offensivi.  

BOLOGNA

Allenatore: Mihajlovic (confermato)

Modulo: la base è la difesa a 4, poi in avanti possibile tre uomini dietro la punta oppure un centrocampo a tre a sostegno del tridente d'attacco.

Probabile formazione (da dx a sx): Skorupski, Tomiyasu, Danilo, Denswil, Djiks; Poli, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Destro.

Ballottaggi: Tomiyasu/Mbaye; Poli/Dzemaili; Orsolini/Skov Olsen; Destro/Santander; Destro/Palacio.

Note: il tecnico punta sull'esperienza di Danilo al centro della retroguardia, al fianco del brasiliano spazio al nuovo arrivato Denswil; da non sottovalutare la novità Tomiyasu sulla destra. A centrocampo, ceduto Pulgar, metronomo sarà il cileno Medel affiancato da Poli; più avanzato Soriano. Ali d'attacco Orsolini e Sansone, punta centrale Destro ma forte la concorrenza di Santander e di Palacio che daranno spesse volte respiro alla punta centrale. 

BRESCIA

Allenatore: Corini (confermato)

Modulo: 4-3-1-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Joronen, Sabelli, Cistana, Magnani, Martella; Romulo, Tonali, Bisoli; Spalek; Donnarumma A., Balotelli.

Ballottaggi: Martella/Mateju; Magnani/Chancellor; Romulo/Dessena; spalek/Tremolada; Donnarumma/Torregrossa.

Note: ufficializzato il portiere Joronen, prelevato dal Copenaghen. Arrivato l'alto difensore venezuelano Chancellor (1,98 cm), oltre Magnani dal Sassuolo. Nell'ultimo giorno di mercato arrivati poi Matri per l'attacco e Romulo che potrà essere utilizzato sia da terzino destro che mezz'ala di centrocampo. In regia il promettente Tonali, mentre un infortunio alla caviglia mette fuori causa Ndoj per l'inizio del torneo che verrà rimpiazzato da Zmrhal o dall'esperto Dessena. Davanti Balotelli in coppia con Donnarumma, ma ne giocherà tante anche Torregrossa. 

CAGLIARI

Allenatore: Maran (confermato)

Modulo: 4-3-1-2 o, in caso di determinati avversari, 3-5-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Olsen, Cacciatore, Ceppitelli, Klavan, Pellegrini; Rog, Nainggolan, Nandez; Castro; Joao Pedro, Simeone.

Ballottaggi: Cacciatore/Mattiello; Nandez/Ionita; Castro/Birsa; Castro/Cigarini con quest'ultimo in regia, avanzerebbe Nainggolan sulla trequarti; Simeone/Pavoletti.

Note: Pavoletti, punto di riferimento per l'attacco, si è fatto male alla 1a giornata di campionato al ginocchio. Al suo posto, la dirigenza isolana ha acquistato in prestito Simeone dalla Fiorentina. Partner della punta sarà Joao Pedro. Dopo la cessione Barella all'Inter, la mediana è stata rinforzata con Nandez, Nainggolan e Rog. A centrocampo, inoltre, torna Castro, ristabilitosi a pieno dall'infortunio al ginocchio. Sulle fasce di difesa Cacciatore e Pellegrini, ma vivo il pressing di Mattiello e Lykogiannis. Infortunio ad inizio agosto alla spalla per Cragno, ipotesi di recupero per gennaio; il club ha ingaggiato Olsen per rimpiazzarlo nel periodo di sua assenza. 

FIORENTINA

Allenatore: Montella (confermato)

Modulo: 4-3-3 di base, poi possibile in corso d'opera il passaggio al 3-5-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Dragowski, Lirola, Milenkovic, Pezzella, Dalbert; Pulgar, Badelj, Benassi; Chiesa, Boateng, Ribery.

Ballottaggi: Ribery/Sottil; Ribery/Ghezzal; Boateng/Vlahovic; Boateng/Pedro; Benassi/Castrovilli.

Note: rimpinguato, qualitativamente e numericamente, il reparto mediano. Definito l'affare Badelj con la Lazio, dal Bologna poi è stato ufficializzato anche Pulgar oltre l'arrivo del polacco Zurkowski a dar manforte. Per l'attacco si sono messi in luce i giovani Vlahovic e Sottil, ma mister Montella può contare sull'esperienza e classe di Boateng e Ribery oltre che sugli altri nuovi Pedro e Ghezzal. Ceduto Biraghi all'Inter, scambio con Dalbert per la corsia mancina. 

GENOA

Allenatore: Andreazzoli (nuovo)

Modulo: 3-4-1-2, ma possibile passaggio al 4-3-1-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Radu, Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Schone, Lerager, Pajac; Saponara; Pinamonti, Kouamè.

Ballottaggi: Zapata/Biraschi con quest'ultimo sul centro-destra della difesa, si accentrerebbe Romero; Ghiglione/Ankersen; Pajac/Barreca; Saponara/Radovanovic con il serbo mediana più folta e passaggio al 3-5-2; Pinamonti/Sanabria.

Note: al centro della difesa conferma per Romero affiancato da Zapata e Criscito, scivola in panchina Biraschi che rimane, comunque, la prima alternativa nel reparto.Sulla fascia sinistra di centrocampo si giocheranno il posto Pajac e Barreca, mentre a destra spazio per Ghiglione. In attacco si candida Pinamonti per far coppia con Kouamè; vestirà i panni di trequartista Saponara. Per la regia colpo Schone dall'Ajax, ottimo tiratore da fermo. 

INTER

Allenatore: Conte (nuovo)

Modulo: 3-5-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Handanovic, Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez, Lukaku.

Ballottaggi: Godin/D'Ambrosio; Asamoah/Biraghi; Candreva/Lazaro; Sensi/Barella; Sanchez/Lautaro Martinez.

Note: in casa nerazzurra ceduti Icardi, Perisic e Nainggolan, mentre sono arrivati Alexis Sanchez e Lukaku dal Manchester United per l'attacco ed inoltre i rinforzi Sensi dal Sassuolo e Barella dal Cagliari per il centrocampo, oltre a Biraghi per la corsia mancina. In difesa l'esperienza di Godin. 

JUVENTUS

Allenatore: Sarri (nuovo)

Modulo: si parte dal 4-3-3, possibile il tecnico provi anche soluzioni come il 4-3-1-2 o il 4-2-3-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Szczesny, Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo.

Ballottaggi: Douglas Costa/Bernardeschi; Douglas Costa/Can con quest'ultimo in mediana, passaggio al 4-3-1-2 con Ramsey trequartista; Ramsey/Khedira; Rabiot/Matuidi; Higuain/Dybala.

Note: dal modulo agli interpreti, la rosa attuale consente al tecnico molteplici soluzioni. Al via con l'attacco a tre, ma senza dimenticare l'opzione trequartista sfruttando le caretteristiche di Ramsey che potrà tornare utile nel corso della stagione. Anche l'arrivo di Rabiot arricchisce la mediana, poi in difesa De Ligt rimpiazzerà il lungodegente Chiellini. Ritorno di Buffon in bianconero, farà da secondo a Szczesny seppur 8 partite le giocherà. Ufficializzato Danilo dal Manchester City, percorso inverso per Cancelo.

LAZIO

Allenatore: Simone Inzaghi (confermato)

Modulo: 3-4-2-1 oppure un più coperto 3-5-1-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Strakosha, Vavro, Acerbi, Radu; Lazzari, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto, Correa; Immobile.

Ballottaggi: Vavro/Luiz Felipe; Radu/Bastos; Lazzari/Marusic; Lulic/Jony; Correa/Caicedo.

Note: reintegrato Radu nella rosa biancoceleste, duello in difesa con Bastos sul centro-sinistra; mentre sul centro-destra spazio allo slovacco Vavro, che però necessita di un periodo di ambientamento ed alle sue spalle scalpita Luiz Felipe. Rimasto in biancoceleste Milinkovic Savic, si punta poi al pieno recupero di Berisha per la mediana. Davanti Caicedo dovrebbe restare, utile ricambio per Correa ed anche per Immobile.

LECCE

Allenatore: Liverani (confermato)

Modulo: 4-3-1-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Gabriel, Rispoli, Rossettini, Lucioni, Dell'Orco; Imbula, Tachtsidis, Shakhov; Mancosu; Lapadula, Farias.

Ballottaggi: Rispoli/Benzar; Dell'Orco/Calderoni; Imbula/Petriccione; Lapadula/Babacar; Farias/Falco.

Note: in attacco new entry Lapadula che, dopo due anni tra alti e bassi al Genoa, proverà a rilanciarsi in giallorosso e verrà affiancato dal brasiliano Farias; tuttavia, il colpo Babacar nell'ultimo giorno di mercato potrebbe stravolgere le gerarchie a lungo andare. In difesa le novità Rispoli, Benzar, Dell'Orco e Rossettini. In regia Tachtsidis, gradito ritorno nella massima serie dopo gli anni a Roma, Catania, Torino, Verona e Cagliari, affiancato dalla vecchia guardia formata da Petriccione e Shakhov, ma scalpita il nuovo arrivato Imbula. 

MILAN

Allenatore: Giampaolo (nuovo)

Modulo: 4-3-1-2 abbandonato dopo la 1a di campionato, ora si passa al 4-3-2-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Donnarumma G., Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessiè, Bennacer, Paquetà; Suso, Rebic; Piatek.

Ballottaggi: Theo Hernandez/Rodriguez; Kessiè/Krunic; Paquetà/Bonaventura; Rebic/Calhanoglu; Rebic/Leao con il portoghese 4-3-1-2.

Note: sarà Bennacer il nuovo regista in casa rossonera. In attacco Piatek sarà sostenuto ai lati da Suso e Rebic; ma sulla sinistra d'attacco il tecnico Giampaolo potrebbe anche schierare le alternative Calhanoglu, Leao o Castillejo. Sulla sinistra di difesa Theo Hernandez resta favorito su Rodriguez nel lungo periodo, malgrado l'infortunio alla caviglia patito nel precampionato. A centrocampo scalpitano Krunic e il ristabilito Bonaventura. Recupererà con calma Caldara dall'infortunio al ginocchio, fiducia a Musacchio al centro della retroguardia.

NAPOLI

Allenatore: Ancelotti (confermato)

Modulo: pronto il 4-2-3-1, ma rimane caldo anche il collaudato 4-4-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Fabian Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne; Milik.

Ballottaggi: Ghoulam/Mario Rui; Mertens/Zielinski con il polacco in campo possibile anche il passaggio al 4-4-2 con Insigne seconda punta; Callejon/Lozano; Milik/Zielinski con il polacco a centrocampo, avanzerebbe Mertens come prima punta e Ruiz trequartista; Milik/Llorente.

Note: mister Ancelotti nelle amichevoli estive ha iniziato a proporre un offensivo 4-2-3-1 con Mertens alle spalle della prima punta Milik. Soluzione che può penalizzare Zielinski, comunque il polacco avrà le sue chances di giocare e rimane fantacalcisticamente appetibile. Il messicano Lozano, invece, si alternerà sulle fasce offensive con Callejon ed Insigne, ma la sua duttilità gli consentirà di essere chiamato in causa spesse volte ed anche come attaccante centrale. Tra i pali il titolare resta Meret, ma l'alternanza con Ospina ci sarà come nella passata stagione. 

PARMA

Allenatore: D'Aversa (confermato)

Modulo: si riparte dal 4-3-3, all'occorrenza attuabile anche il 3-5-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Sepe, Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho.

Ballottaggi: Iacoponi/Pezzella con quest'ultimo a sinistra, si accentrerebbe Gagliolo; Darmian/Laurini; Hernani/Brugman; Barillà/Grassi; Kulusevski/Karamoh.

Note: mister D'Aversa in difesa può contare sui nuovi Darmian, Pezzella, Laurini e Dermaku; torna arruolabile, invece, Grassi per la mediana, arricchita dall'arrivo di Hernani e Brugman. In attacco le novità Kulusevski e Karamoh che si giocano un posto sulla destra del tridente, al centro confermato Inglese. 

ROMA

Allenatore: Fonseca (nuovo)

Modulo: 4-2-3-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Pau Lopez, Florenzi, Fazio, Mancini, Kolarov; Pellegrini, Veretout; Under, Zaniolo, Mkhitaryan; Dzeko.

Ballottaggi: Mancini/Smalling; Veretout/Cristante; Mkhitaryan/Zappacosta con quest'ultimo terzino destro, avanzerebbe Florenzi sulla sinistra d'attacco; Under/Kluivert; Dzeko/Kalinic.

Note: al via l'era Fonseca che può contare sulla conferma di Dzeko al centro dell'attacco. Arrivati dal mercato Spinazzola, Zappacosta e Diawara, oltre Mkhitaryan e Kalinic nell'ultimo giorno di mercato. In mezzo al campo Veretout può affiancare Pellegrini, pronta però l'alternativa Cristante. Sulla trequarti Zaniolo. Al centro della difesa uno tra Mancini o Smalling per rimpiazzare il partente Manolas. Tra i pali si vedrà Pau Lopez, nono portiere più costoso di sempre

SAMPDORIA

Allenatore: Di Francesco (nuovo)

Modulo: 4-3-3.

Probabile formazione (da dx a sx): Audero, Bereszynski, Colley, Murillo, Murru; Linetty, Ekdal, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella, Rigoni.

Ballottaggi: Bereszynski/Depaoli; Jankto/Leris; Ekdal/Vieira; Linetty/Barreto; Rigoni/Caprari.

Note: mister Di Francesco potrà esaltare la corsa e la capacità di saltare l'uomo degli avanti Rigoni, Caprari e Gabbiadini per innescare la punta Quagliarella. In mezzo al campo scalpita Jankto, arrivato Leris che si propone come alternativa sul centro destra. In difesa ecco il colombiano Murillo per rimpiazzare Andersen (nuovo calciatore del Lione). 

SASSUOLO

Allenatore: De Zerbi (confermato)

Modulo: si manterrà il 4-3-3 come base, in alternativa valido il 3-5-2 così come il 4-3-1-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Consigli, Toljan, Marlon, Chiriches, Rogerio; Traorè, Obiang, Duncan; Berardi, Caputo, Boga.

Ballottaggi: Toljan/Muldur; Chiriches/Ferrari G.; Rogerio/Kyriakopoulos; Duncan/Bourabia; Boga/Locatelli con quest'ultimo in mediana, passaggio al 4-3-1-2; Boga/Defrel.

Note: arrivati i terzini Muldur e Toljan che si giocano un posto sulla destra, a sinistra Kyriakopoulos si candida per rimpiazzare l'infortunato Rogerio. In attacco Caputo come partner di Berardi. Sulla sinistra offensiva, invece, Boga rimane tallonato da Defrel ma anche viva l'opzione Traorè trequartista. In regia Obiang, in pole sulla concorrenza di Magnanelli. In difesa Peluso anche potrebbe avere le sue chances, soprattutto se il reparto da 4 dovesse passare a 3, oltre che per rimpiazzare, al momento, l'infortunato Rogerio. 

SPAL

Allenatore: Semplici (confermato)

Modulo: confermate le due punte, con il folto centracampo a 5 alle spalle.

Probabile formazione (da dx a sx): Berisha, Cionek, Vicari, Felipe; D'Alessandro, Murgia, Missiroli, Kurtic, Igor; Di Francesco, Petagna.

Ballottaggi: Murgia/Valoti; Missiroli/Valdifiori; Igor/Floccari con quest'ultimo punta, retrocederebbe Di Francesco sulla corsia sinistra; D'Alessandro/Sala; Cionek/Tomovic.

Note: tripla operazione con l'Atalanta, portati in biancazzurro il portiere Berisha ed i laterali Reca e D'Alessandro. Serio infortunio al ginocchio per Fares, sulla sinistra chance per il nuovo arrivato Igor. Spostato in attacco Di Francesco al fianco di Petagna, dalla panchina Floccari e Paloschi oltre al giovane Jankovic. 

TORINO

Allenatore: Mazzarri (confermato)

Modulo: ipotesi 3-4-3, ma rimane valida l'opzione 3-5-2.

Probabile formazione (da dx a sx): Sirigu, Izzo, N'Koulou, Bonifazi; De Silvestri, Rincon, Baselli, Ansaldi; Falque, Belotti, Berenguer.

Ballottaggi: N'Koulou/Djidji; Bonifazi/Lyanco; Ansaldi/Aina; Verdi/Meitè con quest'ultimo in mediana, passaggio al 3-5-2; Falque/Zaza.

Note: squadra granata che è sin da luglio entrata nel vivo della preparazione per via degli impegni nel preliminare di Europa League. Confermato il blocco della rosa della passata stagione, rientrati alla base Bonifazi, Edera e Lyanco dopo i rispettivi prestiti. Tuttavia, scoppiato il caso Nkoulou che, non avendo lasciato il club in questa finestra di mercato, rischia di star fuori dai titolari. Colpo Verdi, infine, che garantirà a Mazzarri la possibilità di attuare il 3-4-3. 

UDINESE

Allenatore: Tudor (confermato)

Modulo: idea di 4-3-3, o in alternativa 4-2-3-1, ma in allenamenti si prosegue col 3-4-2-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Musso, Beçao, Troost Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Mandragora, Sema; Pussetto, De Paul; Lasagna.

Ballottaggi: Beçao/De Maio; Samir/Nuytinck; Pussetto/Jajalo con quest'ultimo in mezzo al campo, passaggio al 3-5-2; Pussetto/Okaka con quest'ultimo passaggio al 3-4-1-2; Lasagna/Nestorovski.

Note:il tecnico sembrava orientato a cambiare modulo, ma nel precampionato ancora si è affidato alla difesa a 3. In avanti Lasagna può fungere da prima punta, ma è serratissimo il ballottaggio con Nestorovski oltre che con Okaka arrivato nell'ultimo giorno di mercato. Spazio lo troverà anche Jajalo, primo cambio per rinforzare il centrocampo. 

VERONA

Allenatore: Juric (nuovo)

Modulo: 3-4-2-1.

Probabile formazione (da dx a sx): Silvestri; Gunter, Rrahmani, Bocchetti; Adjapong, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Di Carmine.

Ballottaggi: Gunter/Dawidowicz; Bocchetti/Kumbulla; Adjapong/Faraoni; Verre/Henderson con lo scozzese mediana più folta e passaggio al 3-5-1-1; Stepinski/Di Carmine.

Note: arrivati Gunter, Rrahmani, Adjapong e Bocchetti per la difesa, oltre a Miguel Veloso, Lazovic, Amrabat e Badu per il centrocampo. Il ghanese, però, vittima di una microembolia polmonare alla vigilia di Ferragosto, salterà la prima parte del torneo. Ufficializzati i colpi Tutino dal Napoli e Verre dalla Samp, per l'attacco arrivato Stepinski dal Chievo nell'ultimo giorno di mercato.