Giacomo Raspadori, attaccante della Nazionale italiana e del Sassuolo, ha parlato ai microfoni di RaiSport nel post partita vinto contro la Repubblica Ceca al Dall'Ara di Bologna. Tredici minuti più recupero giocati dalla giovane punta: "È stata un'emozione incredibile esordire nella mia città e davanti alla mia famiglia.Un momento che non potrò mai dimenticare"

Raspadori, gioiellino azzurro

"Mi è passato davanti tutto il percorso della mia breve carriera, i momenti belli e quelli brutti. Farlo davanti alla mia famiglia è stato indescrivibile. Devo entrare nell’ottica che sono stato convocato per l'Europeo, è una cosa talmente bella e grande che ci sto ancora pensando. Ringrazio Mancini per l'opportunità. Sono un giocatore diverso rispetto a Immobile e Belotti, dal punto di vista fisico perchè sono brevilineo. Per me è una fortuna averli come compagni, li ho sempre ammirati e spero di rubargli qualcosa. Do sempre tutto e per questo mi sento pronto, penso di essere nel posto giusto. Per me è motivo di orgoglio essere qui, è stupendo e sono un attimo in confusione. Sono senza parole davvero".