SHARE

"Squadraccia!". Di Gennaro, riferimento non all'Inter ma al Galatasaray: "Non mi permetterei mai"

CASO RIENTRATO: I TIFOSI NERAZZURRI AVEVANO ASSISTITO AD UN FUORIONDA DURANTE LA DIRETTA RAI DI TOTTENHAM-INTER


|

Sta facendo discutere molto i social la presunta gaffe commessa ieri sera, in diretta Rai 1, da parte di Antonio Di Gennaro, opinionista in telecronaca per Tottenham-Inter. Già calciatore, e club manager del Bari, Di Gennaro affiancò per un breve periodo anche Fatih Terim alla Fiorentina nella stagione 2000-2001, e poi al Milan, col turco in panchina.

Da questa stagione seconda voce durante le partite in Rai, ieri durante l'intervallo del match di Champions, al momento del rientro dalla pubblicità, prima dell'apertura del collegamento con il cronista Lollobrigida, s'è lasciato scappare un commento che secondo alcuni era riferito, appunto, al primo tempo della squadra nerazzurra. "Una squadraccia. Squadraccia", ha ripetuto Di Gennaro, prima di essere interrotto dall'intervento di apertura di Lollobrigida.  

Caso, comunque, prontamente rientrato: il riferimento, ha spiegato Di Gennaro stesso via social, non era all'Inter, ma appunto alla squadra dell' Imperatore, il Galatasaray, ieri sconfitta 2-0 in Russia dal Lokomotiv Mosca (GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH NEL VIDEO) e ora fuori dal torneo. Così Di Gennaro su twitter: "In relazione al fuori onda: ‘squadraccia’ non era riferito all’Inter ma ad una precisa domanda che mi aveva fatto il collega, prima di rientrare in collegamento, sulla squadra del mio ex allenatore Terim (Galatasaray), ancora sconfitta in Russia. Mi dispiace per il disguido. Non mi permetterei mai, soprattutto per i tanti tifosi interisti".

A suo favore si è schierato anche il telecronista Mediaset Sandro Piccinini, che ha commentato il Mondiale 2018 al fianco proprio di Di Gennaro, e che sempre via social ha scritto: “Se Antonio Di Gennaro, un gentiluomo d’altri tempi, dice che parlando di “squadraccia” pensava al Galatasaray del suo amico Terim io gli credo. Spero facciate lo stesso anche voi”.