Un Borussia Dortmund giovane e raggiante si avvia ad affrontare una delle stagioni più difficili degli ultimi anni. La concorrente principale del Bayern Monaco si troverà davanti una delle corazzate più forti dell'ultimo decennio. D'altro canto i ragazzi di Lucien Favre hanno un tasso tecnico e atletico fuori dalla norma. Haaland inizia la prima stagione con il BVB; Jadon Sancho, nonostante i rumors è rimasto ad ammirare il muro giallo (nella speranza che quei meravigliosi tifosi possano tornare a riempire il WestafenStadion); ai ragazzini terribili (i primi due citati hanno 20 anni, ma sembrano ormai veterani) Reyna, Reinier, si è aggiunta la stellina Jude Bellingham, che alla sua prima partita ufficiale è divenuto il più giovane calciatore ad aver segnato con la maglia del Dortmund, in Coppa DFB contro l'MSV Duisburg. In tre sommano appena 52 anni, niente male se pensiamo che "il vecchio" Julian Brandt ha appena 24 anni. Il tecnico Favre, alla sua terza stagione con la maglia del BVB dovrà cercare di trovare il giusto mix di freschezza ed esperienza, per questo sarà importante trovare il miglior Reus, ripresosi dopo il lungo stop, coadiuvato dagli esperti Hummels, Can e Witsel. Insomma, gli ingredienti per stupire ci sono tutti, l'avversario è di quelli gigantescamente insormontabili, ma il bello del calcio sta nel saper stupire quando tutto appare scontato.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Come gioca il Borussia Dortmund di Favre

Il Borussia Dortmund di Lucien Favre si schiera con un 3-4-3 offensivo e cangiante. In porta Burki alterna giornate positive ad altre disastrose. Difesa a 3, visti i tanti infortuni nel reparto arretrato, ecco Emre Can sul centro destra, Hummels al centro e Akanji sul centro sinistra. Out Zagadou che sarà una valida alternativa. Sulle corsie esterne del centrocampo troviamo due terzini offensivi come Guerreiro e il neo acquisto Thomas Meunier. Al centro del campo Witsel farà da chioccia al talentino inglese Bellingham, con Delaney e lo stesso Can pronti a dare più compattezza e muscoli in caso di bisogno. In avanti Reus e Sancho si muoveranno a sensazione, senza dimenticare gli altri uomini capaci di agire su tutta la trequarti come Reyna, Brandt e T.Hazard. In avanti Haaland sarà la punta unica, pronta a finalizzare tutte le occasioni che i gialloneri creeranno. Un modulo che potrebbe trasformarsi presto nel solito 4-2-3-1, con Guerreiro e Meunier pronti ad abbassarsi sulla linea dei terzini, Hummels e Akanji al centro; centrocampo con Witsel e Emre Can al centro, con una trequarti formata da Sancho, Reus e uno tra Torghan Hazard, Brandt e lo stesso Reyna. Una squadra giovane, facilmente modificabile e capace di adattarsi ai più svariati moduli di gioco.

Probabile Formazione Borussia Dortmund

Lineup Fantacalcio.it

Ballottaggi, rigoristi e tiratori Borussia Dortmund

Ballottaggi: Akanji/Zagadou; Bellingham/Delaney; Bellingham/ Reyna con Meunier e Guerreiro che arretrano, formando un 4-2-3-1; Reus/Reyna; Guerreiro/T.Hazard.

Rigoristi: Reus; Haaland; Sancho.

Tiratori: Reus; Sancho; T.Hazard.

Euroleghe, quali calciatori comprare del Borussia Dortmund?

Un Borussia Dortmund spettacolare, che riesce ad inserire più calciatori offensivi senza paura alcuna. Andiamo a scoprire chi potrà farci gioire in questa stagione.

Emre Can

Penserete voi, cosa ci fa un centrocampista che a volte retrocede nel terzetto di difesa tra i consigliati? E noi cosa ne sappiamo... No, dai, stiamo scherzando e non siamo impazziti. L'ex Juve tornato a Dortmund ha da subito messo personalità ed esperienza al servizio della squadra. In qualsiasi ruolo giochi riesce ad essere uno dei migliori in campo, sbagliando poco e niente. Anche da terzo di difesa lo vedrete entrare dentro al campo come la migliore delle mezzali e, grazie alla sua ottima scelta di tempo, potrebbe regalarci qualche goal da palla inattiva. E a noi tutto questo, piace.

Jadon Sancho

Un uomo...anzi, un ragazzo a tutto campo. Classe 2000, a soli 20 anni l'inglesino strappato al Manchester City gioca come un veterano fatto e finito. Lo vedi al centro del campo, spostato sulla destra o più in avanti della punta centrale. Un centometrista capace di tenere incollato il pallone come solo un certo fenomeno sapeva fare (non stiamo certamente paragonando Sancho a Ronaldo). Alla prima di campionato ha mostrato nuovamente tutta la sua generosità, regalando un assist al bacio ad Haaland che ha di fatto chiuso la partita. Nel Mantra sarà A, impossibile non averlo in un 4-3-3. Un baby fenomeno che ci farà divertire per tutta la stagione.

Erling Haaland

Forte, potente, veloce e con una voglia matta di far goal. Il norvegese sembra uno di quegli attaccanti che ci siamo appena costruiti in un gioco di calcio. Potenza 99, fisico 99, skills senza pietà e super poteri. I suoi numeri potrebbero avvicinarsi e, perché no, superare quelli del polacco Lewandowski, sarà un testa a testa già partito alla giornata uno e che terminerà alla numero 34. Ah, forse non siamo stati chiari: PRENDETELO!

Euroleghe, quali calciatori non comprare del Borussia Dortmund?

Tante stelline e qualche trappolone da schivare. Nel BvB non ci sono soltanto calciatori perfetti per vincere al fantacalcio, ma anche calciatori che pur pagandoli profumatamente, potrebbero deludere per tutta la stagione.

Roman Burki

Portiere lunatico, stravagante. Quando entra in trance agonistica riesce a parare di tutto, con interventi fuori dal normale, ma quando lo svizzero è in giornata no, il disastro è dietro l'angolo. Il suo giro palla, così come il rinvio da fondo campo è da brividi, inoltre il Borussia Dortmund non è una cerniera invalicabile. In giro troverete decisamente di meglio.

Thorgan Hazard

Il ragazzo è un ottimo giocatore, ma la sua sfortuna più grande è stata quella di avere alle spalle dei ragazzini terribili che, passo dopo passo, gli ruberanno la scena. Avrà le sue occasioni, ma non riuscirà ad imporsi e ad ottenere una maglia da titolare. Tempi bui per i fratellini Hazard, ma per noi, acquistarli, sarebbe un "rischio" troppo grande.

Julian Brandt

Così come il suo compagno della trequarti Hazard, Julian Brandt sembra aver perso quell'aurea che fino a qualche anno fa aveva fatto sì che fosse designato come il talento più puro del calcio tedesco. Tecnica, giocate finalizzate al goal e goal di pregevole fattura, lo avevano messo in cima alla lista degli obiettivi del Dortmund. Atterrato al Borussia, con tanti alti e bassi, adesso si ritrova con l'insolito ruolo di semplice riserva. Classe 96, resta un gran talento, ma il minutaggio non sarà sufficiente per essere appetibile ai nostri occhi.