Aspettando il direttore sportivo, la Roma si dedica alla politica interna con un occhio al mercato di gennaio: servono terzini, sia a destra che a sinistra. Un intermediario ha offerto nei giorni scorsi il cartellino di Sead Kolasinac, mancino dell’Arsenal e della nazionale bosniaca. Classe ‘93, ha perso il posto da titolare nel club ed è disponibile a valutare un trasferimento. Alla Roma è stato accostato anche in passato. Stavolta l’operazione potrebbe essere ragionevole, perché nel ruolo di esterno sinistro Fonseca ha a disposizione solo Spinazzola e il giovanisimo Calafiori, che peraltro non ha ancora rinnovato il contratto. L’ipotesi che più piace all’allenatore prevede la cessione in prestito del ragazzino, talento classe 2002 per il quale la Roma ha rifiutato in estate un’offerta di 8 milioni dalla Fiorentina, e l’innesto di un giocatore più esperto, come appunto Kolasinac, perché rappresenti un’alternativa pronta a Spinazzola, che ha uno storico di infortuni abbastanza temibile e dunque andrà gestito con attenzione dallo staff sanitario.

Calciomercato Roma, Calafiori rinnova

A proposito di Calafiori, che ha solo 18 anni, lo stallo sul rinnovo non dovrebbe essere definitivo. Perché il giocatore vuole restare alla Roma, sogna di diventare grande con la squadra del cuore, ed è disposto ad andare incontro alle necessità del club. Morgan De Sanctis ha offerto 400.000 euro più bonus al procuratore, Raiola, che ha rilanciato con una richiesta superiore al milione. La distanza è ampia ma la trattativa riprenderà. E alla fine la Roma non si lascerà scappare un giocatore potenzialmente importante, anche per il bilancio. E’ la stessa logica che ha condotto verso il rinnovo, ormai imminente, di un altro diamante della Primavera: Edoardo Bove, coetaneo e amico di Calafiori, firmerà fino al 2024 con stipendio a salire. Il procuratore Tavano è stato convocato in sede. Il primo anno Bove prenderà 70.000 euro, per non violare la regola del tetto salariale per il settore giovanile, poi 80, 90 e infine 100, nella convinzione che presto giochi in un campionato professionistico. In seguito nella lista di De Sanctis c’è Nicola Zalewski, il trequartista italo-polacco che completa il trio dei baby fenomeni del 2002. La Gp soccer and management, la stessa agenzia che assiste Lorenzo Pellegrini, è già stata preallertata. Anche nel caso di Zalewski è in arrivo un contratto quadriennale.

Kolasinac vicino alla Roma (Getty Images)
Kolasinac vicino alla Roma (Getty Images)