La situazione è sempre più tesa: il Barcellona non intende sottostare alle bizze di Luis Suarez e minaccia il giocatore di lasciarlo un anno in panchina (fino cioé alla fine del contratto in scadenza nel giugno 2021). I media spagnoli oggi ha rincarato la dose: l'attaccante uruguagio non rientra nei piani del club e di Koeman e se non accetterà di rescindere rinunciando agli emolumenti dei prossimi dieci mesi accettando di accasarsi altrove la società blaugrana è pronta ad adottare misure estreme.

Un conflitto che la Juve osserva da spettatrice interessata, non senza apprensione però: perché se è vero che i bianconeri vogliono Suarez come partner di Cristiano Ronaldo è altrettanto vero che il fattore tempo ha un peso specifico notevole. L'uruguagio, ammesso e non concesso che risolva il suo rapporto con il Barça, deve infatti ottenere il passaporto italiano per poi poter approdare nel campionato italiano.

Calciomercato Juve, Pirlo vuole un "vero numero nove"

Pirlo, parole sue, ha la necessità di avere in tempi brevi un "vero nove" e Paratici attende la metà di questa settimana per capire quale possa essere realmente la tempistica dell'iter burocratico per i documenti neccessari per poter tesserare Suarez. La partita, dunque, è doppia e l'esito non ancora chiaro: ecco perché tanto Dzeko quanto MIlik (Morata è in questo momento un poco più defilato) restano alternative concrete in attesa che da Barcellona arrivino finalmente indicazioni un poco più chiare. Sui tempi e sulla volontà di Suarez.

Suarez si avvicina alla Juventus (Getty Images)
Suarez si avvicina alla Juventus (Getty Images)