SHARE

Matthijs de Ligt, Juventus. Consigli Fantacalcio: perché comprarlo... e perché no

CAMBIA LA SERIE A: LA PRESENTAZIONE DI OGNI ACQUISTO, LA FANTASCHEDA, LE STATISTICHE ED I FANTACONSIGLI INDISPENSABILI IN SEDE D'ASTA


|

CHI E' MATTHIJS DE LIGT

Il suo nome è sulla bocca di tutti già da diversi mesi. In Italia è conosciuto dai più grazie alla rete che ha sancito l'eliminazione della Juventus nell'ultima edizione della Champions League, ora i bianconeri hanno trasformato il loro carnefice in uno dei colpi più importanti dell'estate. Nato a Leiderdorp il 12 agosto 1999, i genitori, entrambi tennisti, provano a mettergli una racchetta in mano già dalla tenera età di 5 anni. Il richiamo del terreno di gioco però si fa sentire fin da subito e nel 2006 de Ligt abbandona i campi da tennis per indossare la divisa dell'Abcoude. Tre anni più tardi gli osservatori dell'Ajax lo notano durante uno dei "giorno dei talenti" organizzato proprio dai lancieri. Da quel momento inizia la trafila del difensore nel settore giovanile della squadra di Amsterdam fino ad arrivare, nel 2016, nello "Jong Ajax", la squadra riserve degli ajacidi. La sua precocità, notata in primis dai dirigenti olandesi, lo porta già ad essere aggregato diverse volte alla prima squadra ed a fare il suo esordio, con gol, il settembre dello stesso anno. Da lì a pochi mesi de Ligt si trasforma ben presto in una delle colonne portanti dell'Ajax, bruciando una valanga di record in brevissimo tempo, tra cui il più giovane giocatore sceso in campo in una finale di una competizione europea. Nel marzo 2018 indossa per la prima volta la fascia di capitano dell'Ajax a causa dell'infortunio di Veltman, nella stagione successiva si guadagna definitivamente il rango grazie alle prestazione sul campo ed ad una personalità assolutamente fuori dell'ordinario. Dopo un inseguimento durato mesi e battendo la concorrenza di altri top club europei, Barcellona su tutti, la Juventus si è assicurata quello che da molti viene considerato il difensore più dominante del prossimo decennio.

IL RUOLO - Non c'è dubbio su quale sia la porzione di campo più congeniale al nuovo numero 4 della Juventus. Fisico da corazziere, abile tanto nel gioco aereo che in quello palla a terra e grande senso dell'anticipo, rendono l'olandese il prototipo del difensore moderno. Nella difesa a quattro applicata usualmente da mister Maurizio Sarri, de Ligt andrà ad occupare la posizione di centro-destra accanto a Chiellini, formando di fatto una delle coppie più rocciose e "feroci" non solo del calcio italiano, ma anche di quello mondiale. Nell'ipotetico caso di un revival della difesa a tre Sarri potrebbe passare dall'ormai celeberrima BBC al BCD con Chiellini sul centro-sinistra, Bonucci al centro e de Ligt spostato nel ruolo di centrale di destra. Ma visti i recenti trascorsi del tecnico di Bagnoli questa pare essere un'ipotesi molto difficile da veder applicata sul campo.

PERCHE' PRENDERLO AL FANTACALCIO - Il suo arrivo in Italia è considerato da tutti un po' come il segno dell'inversione di tendenza. Negli ultimi anni sbarcavano nel Bel Paese solo giocatori a fine carriera o in cerca di rilancio dopo annate non felici. De Ligt invece rappresenta il futuro del calcio mondiale e, soprattutto, del fantacalcio. È difficile che il giovane olandese sia sbarcato alla Juventus con la voglia di fare dell'apprendistato, per cui ipotizziamo per lui un impiego massiccio fin dalle prime battute della stagione. Considerata l'importanza data da Sarri alla difesa, non ci stupiremmo se il nuovo numero 4 bianconero dovesse diventare ben presto uno dei migliori amici di chi utilizza il modificatore della difesa, regalando, assieme ai compagni di reparto, prestazioni di altissimo livello come ci si aspetta da una squadra che punta a vincere l'ennesimo Scudetto consecutivo. Oltre a questo aspetto è necessario sottolineare la bravura di de Ligt nel gioco aereo, come dimostrato proprio contro la Juventus nell'ultima Champions League. Il quasi ventenne è infatti abile a sfruttare tutta la sua fisicità nelle situazioni di palla inattiva, staccando più in alto dei suoi marcatori per poi trafiggere i portieri avversari con imperiosi colpi di testa. Nella sua carriera in Olanda sono state diverse le reti messe a segno, anche se non in numeri roboanti.

E PERCHE' NO - Motivi validi per non acquistarlo al fantacalcio ne vediamo francamente pochi, tuttavia prima di acquistare de Ligt nelle vostre leghe vi suggeriamo di riflettere su due questioni. La prima è che se non vi fosse nessuna cessione, il pacchetto arretrato della Juventus sarebbe di prim'ordine, soprattutto per quanto riguarda i centrali difensivi. Proprio per questo si potrebbe ipotizzare un turn-over importante da parte di mister Sarri a ridosso delle partite di Champions League, scenario che andrebbe ad impattare inevitabilmente anche su de Ligt. La seconda è sulla generosità e la grinta mostrata da de Ligt in ogni partita in cui è sceso in campo finora. Questa propensione all'anticipo aggressivo, anche affondando il tackle quando necessario, porterà l'olandese a collezionare diversi cartellini gialli nell'arco del campionato, malus che potranno sì essere annullati dalle buone prestazioni ma che potrebbero comunque andare ad incidere nei vostri match più in bilico.

La possibile linea a 4 della difesa di Sarri

+
Nelle gare con maggiori necessità offensive si potrà giocare anche la carta della difesa a 3

+

STATISTICHE - Menzionare tutti i record infranti da de Ligt ci sembra un superfluo esercizio di stile. Andiamo invece a concentrarci su quei numeri che possono avere qualche valore in ottica fantacalcio. Affacciatosi nel giro della prima squadra solamente nella stagione 2016/17, il giovane centrale ha chiuso la sua esperienza in Eredivisie con un totale di 77 presenze condite da 8 reti realizzate e 5 assist forniti, mentre per quanto concerne i malus sono state solamente 9 i cartellini gialli che de Ligt si è visto sventolare sotto il naso. Il saldo bonus/malus è complessivamente positivo in rapporto al ruolo da lui ricoperto. A dimostrazione dei suoi miglioramenti la stagione migliore è stata l'ultima: nel 2018/19 l'ormai ex capitano dell'Ajax ha collezionato 33 presenze, con 3 reti realizzate, altrettanti assist forniti e solamente un'ammonizione ricevuta. In tutto questo quello che è bene ulteriormente sottolineare è l'assoluta mancanza di cartellini rossi, almeno fino a questo momento; questo dato lascia intendere la straordinaria capacità di de Ligt di riuscire a fermare gli avversari senza ricorrere sistematicamente al fallo, anzi dimostrando di saper eccellere nelle arti della lettura del gioco avversario e dell'anticipo sui propri diretti antagonisti.

LA FANTASCHEDA

VALORE ASSOLUTO DEL CALCIATORE: 5/5

VALORE FANTACALCISTICO DELL'ACQUISTO: 5/5

CONTINUITA': 5/5

POTENZIALE TITOLARITA': 5/5

RESISTENZA AGLI INFORTUNI: 5/5

TENDENZA AL BONUS IN PROPORZIONE AL RUOLO: 3/5


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!