SHARE

Torino, Mazzarri: "Iago Falque non dal 1', per Berenguer problema alla caviglia"

il tecnico dei granata ha presentato la sfida con l'udinese


|

Walter Mazzarri, allenatore del Torino, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro l'Udinese. Queste le sue parole riportate dalla redazione di Fantacalcio.it.

Mazzarri in conferenza: queste le sue dichiarazioni

"Uno come me a cui piace avere sempre tutti i giocatori sotto controllo non ama la sosta delle Nazionali, sono tornati alla spicciolata dai vari impegni. Non è un alibi, ma per il nostro cammino altalenante rappresenta un'incognita che avrei voluto evitare. Sarebbe stato bello avere una settimana tipo. E poi l'Udinese ha vinto con Milan e Bologna, ma hanno perso due partite sul loro terreno. Se non facciamo la partita con intelligenza, contro giocatori del calibro di Lasagna, De Paul e Okaka e tanti altri, andremo in difficoltà. Non possiamo pensare di andare lì all'arma bianca.

Fin qui abbiamo fatto comunque una buona stagione. Cerco sempre di fare meglio degli altri e di noi stessi, pur con tutte le difficoltà di un ripescaggio anticipato in Europa League. Ma io non voglio cercare alibi, devo cercare di tirar fuori il 110% sempre dai miei giocatori. Abbiamo qualche punto in meno rispetto a quelli che avremmo meritata.

La forza dello scorso anno è stata l'organizzazione e la condizione fisica. Ora ho dovuto cercare di tenere botta in alcune partite, quando non ci sono tutti i giocatori in forma può capitare. Abbiamo fatto delle prove, gli infortunati stanno crescendo di condizione e domani dopo aver parlato con tutti deciderò la formazione.

Assenza Tudor? Dispiace quando un allenatore viene squalificato, noi vogliamo essere capiti. Per il resto non aggiungo altro, se non che Tudor è una persona squisita. 

Formazione? Non ve la dico. La gerarchia è dettata da quello che è l'ultima partita e da ciò che mi fanno vedere in allenamento durante la settimana. I giocatori devono parlare poco e correre tanto".

Iago Falque è partito benissimo e titolarissimo, era quello che in ritiro stava meglio di tutti. Poi purtroppo c'è stato questa grave infortunio. Ha dovuto ricominciare daccapo quando è iniziato il campionato e gli altri andavano a mille. Stimo tanto Iago, ma tutti per giocare titolari devono stare benissimo. Lui è uno di quelli che ho visto in crescita, è quasi pronto a giocare dall'inizio. Per ora è meglio che non giochi titolare, è l'unica cosa che vi posso anticipare. Berenguer ha subito una distorsione alla caviglia in partitella".