SHARE

Lippi: "Aspettate De Ligt, anche Zidane cominciò male. Dybala deve ancora convincere Sarri"

Le parole del Commissario Tecnico della Cina


|

Ha parlato a Radio Anch'io dalla Cina il C.T. della nazionale cinese, Marcello Lippi. Argomento il confronto tra Inter e Juventus: "Solite punzecchiature tra Inter e Juventus che ci sono sempre state. E' il solito inizio di campionato, il mercato è finito da poco e certe squadre devono ancora ingranare. Ancora alcune squadra pagano la carenza di lavoro. C'è tempo, ma sono già iniziate le prime polemiche. Rivali Juventus? Inter Napoli ma vedo ancora favorita la Juve".

De Ligt non ha cominciato bene: "Anche altri grandissimi campioni in passato hanno fatto ingressi poco esaltanti, ricordate Zidane. Venire in Italia, anche se sei bravo e giocare nella Juventus si fa fatica. Si è fatto male Chiellini e allora il suo processo d'inserimento si deve velocizzare. Ma il valore del giocatore non si discute".

Difficoltà per Sarri: "Non vedo niente di particolare con l'ambiente. Magari non si aspettava di trovarsi una rosa così numerosa. Lui aveva i titolarissimi a Napoli. Penso che ci sia una fiducia reciproca. Ci vuole del tempo e dei mesi per cambiare metodo di lavoro e mentalità. C'è però già voglia di cambiare da parte di tutti".

Meglio per adesso Conte all'Inter: "E' un trascinatore. Lui concepisce una squadra dove ci sia unità di intenti, dove uno si aiuta con l'altro. Deve avere gli interpreti giusti ma lui riesce a a trasmettere questa cosa alle sue squadre perché anche lui era così in campo".

Dybala un po' in disparte: "Non è riuscito ancora a convincere Sarri. Magari tra tre partite incomincia a giocare e inizia a rendere secondo le sue qualità. Può sicuramente giocare più frequentemente se mette in mostra tutte le sue caratteristiche".