SHARE

Mazzarri: "Possiamo mettere in difficoltà chiunque, ma l'infermeria è piena"

Il tecnico del Torino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro l'Inter


|

Alla vigilia della gara contro l'Inter, il tecnico del Torino Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa, presentando il match contro i nerazzurri. L'allenatore granata ha parlato della situazione degli infortunati, per poi sottolineare come non abbia voglia di rivalsa nei confronti della sua ex squadra. Di seguito le sue parole.

La conferenza stampa di Mazzarri

Mazzarri ha individuato la chiave per la gara contro l'Inter: "Se riusciamo ad essere una squadra vera, allora possiamo mettere in difficoltà chiunque. Che squadra siano loro, lo sappiamo tutti, parliamo di noi piuttosto. Dovremo ripetere quel tipo di prestazione che offriamo sempre quando c'è da affrontare una big".

Sugli infortunati: "Lyanco, Bonifazi, Laxalt, Iago, Millico. La lista è lunghissima, dobbiamo capire come stanno Rincon e Baselli. Fino ad oggi non mi sono mai lamentato di questa situazione, non ci ho mai pensato". Qualche parola anche su Simone Verdi: "Parliamo di un giocatore fatto, che non deve pensare al valore del cartellino. Cerco di minimizzare questo aspetto, deve soltanto aiutare la squadra sfruttando le sue qualità. A Brescia è stato importante per noi perché ha partecipato ai primi due gol".

Conte e l'Inter: nessuna rivalsa

Mazzarri ha parlato anche di Antonio Conte: "Confermo che abbiamo un ottimo rapporto, ci stimiamo a vicenda. Io ho 8-9 anni in più, lui ha fatto una carriera straordinaria. Lavora molto, quando ci affrontiamo cerchiamo di prevalere l'uno sull'altro". L'avventura sulla panchina dell'Inter non è stata positiva, ma il tecnico non ci pensa: "Quando lavoro in un club, penso solo al mio. Loro sono fra i più forti della Serie A, i numeri parlano chiaro. Ho preparato la sfida come sempre, con grande attenzione".