SHARE

Nahitan Nández, Cagliari. Consigli Fantacalcio: perché comprarlo... e perché no

cAMBIA LA SERIE A: LA PRESENTAZIONE DI OGNI ACQUISTO, LA SUA STORIA, LA FANTASCHEDA, LE STATISTICHE ED I FANTACONSIGLI INDISPENSABILI IN SEDE D'ASTA


|

CHI È NAHITAN NANDEZ

Nahitan Michel Nández Acosta nasce il 28 dicembre 1995 a Punta del Este, uno dei centri commerciali più importanti dell'Uruguay. Muove i primi passi a livello calcistico nelle giovanili dell’Atletico Fernandino, prima di passare al Peñarol,  squadra che lo fa esordire nella stagione 2013/2014 nella Primera Division uruguagia. In pochissimo tempo il giovane Nández diventa titolare inamovibile, affidatario delle chiavi del centrocampo della squadra allenata dell’ex Juventus Pablo Montero. Dopo quattro stagioni passate in patria, nell'Agosto del 2017 passa al Boca Juniors, affermandosi come uno dei migliori under 23 a livello continentale. Anche in Argentina si conquista in breve tempo la titolarità e l’affetto dei tifosi, che a più riprese hanno cercato di convincerlo ad allungare la sua permanenza in maglia xeneize. Dopo un lungo corteggiamento Nández arriva a Cagliari, con il presidente Giulini che ha staccato il più largo assegno della storia del club isolano per regalare a Maran il perfetto centrocampista per il dopo-Barella.

 

 

IL RUOLO - Nández fornisce a Maran un ventaglio di possibilità piuttosto ampio: al Boca Juniors è stato soprattutto utilizzato come volante di rottura al centro di un centrocampo a tre, ma non sono mancate le occasioni in cui Nández ha agito da mezz'ala di inserimento ed addirittura da esterno destro di centrocampo tutta corsa e sostanza. Considerata la predilezione di Maran per il 4-3-1-2, Nández dovrebbe quasi sempre agire da mediano davanti alla difesa, anche se in questi primi giorni di allenamenti ed amichevoli è stato Nainggolan a disimpegnarsi in quella posizione: un particolare di cui tenere sicuramente conto. 

PERCHÈ PRENDERLO AL FANTACALCIO - Nández è forse uno dei pochi giocatori che arriva dal Sudamerica già completamente formato dal punto di vista tecnico e tattico: eccellente in interdizione (vince il 40% dei duelli che ingaggia, si lancia in tackle circa 4 volte a partita e ne vince il 75%), Nández riesce a farsi valere anche e soprattutto con il pallone fra i piedi, nonostante non si stia parlando di un centrocampista che fa delle geometrie il suo punto forte. Dinamismo ed intensità sono le sue caratteristiche principali, ed è per questo che Nández eccelle sia in fase di pressing, sia durante la conduzione del pallone sia, soprattutto, durante gli inserimenti alle spalle della linea di pressione avversaria. Dovesse giocare da mezz'ala ci si potrebbe trovare davanti ad un calciatore capace di regalare diverse gioie ai fantallenatori, soprattutto in termini di assist (il gol, come vedremo fra poco, non sembra essere il suo forte). Non dovessero arrivare molti bonus si potrebbe comunque fare affidamento sulla generosità e la grinta del centrocampista uruguagio per portare a casa una sufficienza quasi sicura ad ogni incontro. Puntateci.

... E PERCHÈ NO - Il difetto più evidente nel gioco di Nández è la sua scarsa capacità di inquadrare la porta, che si manifesta soprattutto in termini di volume di conclusioni (circa una a partita, un dato piuttosto basso soprattutto considerato il contesto ambientale in cui ha agito sin'ora). La sua abilità nell'inserirsi è sicuramente interessante, ma ad oggi i risultati nella metà campo avversaria non sono equiparabili a quelli ottenuti nella propria. Ecco perché Maran potrebbe decidere di lasciare a giocatori come Rog, Ionita e Castro il compito di offendere, destinando a Nández  l'incombenza del lavoro oscuro, relegandolo unicamente a  compiti di riconquista (e qui, occhio ai cartellini..) ed uscita pulita del pallone decrementandone l'appetibilità fantacalcistica. 

STATISTICHE - Non inganni la struttura fisica (172 centimetri per 70 kg) non esattamente da carrozziere: Nández è un combattente nato ed il suo feeling con il cartellino giallo va sicuramente monitorato. Tra Peñarol e Boca Juniors ha ricevuto ben 41 ammonizioni in 142 partite disputate in carriera, rimediando anche tre espulsioni. Come anticipato, il gol non è il pezzo forte della casa (14 in totale in carriera), mentre c'è sicuramente del potenziale inespresso in termini di assist (18 in carriera, ma con tanti passaggi chiave a referto). 

LA FANTASCHEDA (1-5)

VALORE ASSOLUTO DEL CALCIATORE: 3.5/5

VALORE FANTACALCISTICO DELL'ACQUISTO: 3.5/5

CONTINUITA': 4/5

POTENZIALE TITOLARITA': 5/5

RESISTENZA AGLI INFORTUNI: 4/5

TENDENZA AL BONUS IN PROPORZIONE AL RUOLO: 2.5/5


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!