SHARE

FANTARACCONTI - Ho Lautaro Martinez ma tifo Juventus. Che faccio, esulto?

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO I VOSTRI FANTARACCONTI: QUESTA È LA VOLTA DI...


|


Tutto è iniziato circa un mese fa, durante una calda e umida mattinata estiva; un mio amico, chiaramente a corto di partecipanti, decide di invitarmi a prendere parte al Fantacalcio della Serie A Kena 2019/20, lega (più o meno) competitiva composta da ben 10 partecipanti. Mi ero ripromesso di non giocare mai più al fantacalcio; ero riuscito a starci lontano per 3 anni. Ci ho riflettuto... Accetto, "cosa potrà mai succedere" pensavo ingenuamente; non capivo che questo gioco (se così si può chiamare) mi avrebbe consumato dentro.

Arriva il giorno dell'asta, sono carico. Ho studiato fantamedie, specialisti, qualsiasi tipo di statistica. Ripensandoci avrei potuto trascorrere le ore buttate in qualsiasi altro modo. Durante 5 ore di agonia e di follia, durante le quali un Igor e un Tomiyasu vengono pagati più di un De Ligt e di un Gosens qualunque, e Piatek 361 su 1000, la mia squadra, la Protocol Omega prende forma.

O almeno credevo perché la squadra che mi ritrovo adesso, tra scambi e svincoli, non assomiglia lontanamente all'obbrobrio scritto sul mio quaderno a fine asta.
Ero felice del mio mercato e pronto a spaccare il mondo. E le cose sono andate bene… finché non è cominciata la prima giornata. Voti inguardabili, attaccanti a digiuno, e avversari baciati dalla fortuna come mai visto prima. E questo per le prime due partite. E quando si dice, oltre il danno la beffa, i miei due top player del centrocampo Ünder e Douglas Costa decidono di infortunarsi, abbandonandomi ad un triste destino per oltre un mese. È inevitabile un cambiamento. La mia squadra cambia nome, diventa il Lourdes F.C.

Arriva però il tanto atteso turno infrasettimanale. Tutto pronto per il match tra l’ultimo classificato (ovviamente io) e il sorprendente Sampsbornia, che occupa la parte alta della classifica, trascinato dai gol di Lukaku, Simeone e Berardi. Nonostante ciò sento che qualcosa può cambiare. Mi sbagliavo. Lascio in panchina per scelta tecnica Castro, che va in gol contro il Napoli. Higuain e Lautaro Martinez sembrano più che mai allergici a quel +3 di cui avrei disperatamente bisogno. Anche i suoi attaccanti però sono a secco. C'è, però, un protagonista inatteso: Andrea Consigli. Da una parte, il mio Szczesny si lascia trapassare da un tiro dalla distanza di Donnarumma, dall'altra l'estremo difensore del Sassuolo erge un muro in quel di Parma, parando un rigore e compiendo diversi interventi miracolosi. 95' minuto, totale avversario 67.5, con un Consigli da 11.5 in pagella. Speranze di pareggiare: 0.001%. Quand'ecco che, su un cross innocuo del Parma all'ultimo secondo, Bourabia decide di rendersi protagonista (in negativo) siglando l'autorete che condanna il Sassuolo. Consigli scende a 9.5, il mio avversario a 65.5. Il primo punto dell'anno, con tanto di brivido finale.

Un vento nuovo soffia tra le fila del Lourdes FC, la squadra è carica ed è pronta ad affrontare la temibile Luis Salernitana. La giornata parte alla grande: porta inviolata di un eterno Gigi Buffon, assist di Dybala, Lautaro e Hateboer e per concludere reti di Castro (stavolta messo titolare) e Caicedo. Tutto bellissimo, o quasi. Perché dall'altra parte al mio avversario segna praticamente chiunque: Zapata, Immobile, Defrel e addirittura Ansaldi e Castrovilli, che sigla il suo primo gol in Serie A. Fischio finale: Luis salernitana vs Lourdes FC termina con un sonoro 7-3.


La sconfitta diventa un vero e proprio stile di vita. Persino durante la marcia per l'ambiente, io ed un'altro fantallenatore della mia lega, che come me naviga in acque burrascose in classifica, abbiamo avuto un'idea lungimirante: andare in giro per la manifestazione con uno striscione improvvisato che recita: "il pianeta sta messo peggio di noi due al fantacalcio" (foto allegata). Arte allo stato puro. Ed arriviamo finalmente alla settimana scorsa.

Dato il rinvio di Brescia Sassuolo, noi fantallenatori della Serie A Kena abbiamo deciso di occupare questo spazio vacante per organizzare una succulenta sfida a calcetto.
Dopo qualche minuto di tasso tecnico inguardabile accade l'inimmaginabile: il fantallenatore del Don Matteo FC, avversario di giornata al Fanta, in uno scontro fortuito di gioco, mi mette KO con una ginocchiata. Sfiga, la parola chiave è sempre quella. Un po' di ghiaccio e qualche bestemmia e rientro in campo con la gamba gonfia come se avessi un ginocchio in più sulla tibia. Sono assetato di vendetta. Ma la vendetta è un piatto che va servito freddo. E quale miglior modo di vendicarsi che vincere la prima partita al Fanta proprio contro di lui? La sfida non parte affatto bene: Lucas Leiva ed Hernani collezionano due orribili 4.5, Stepinski giganteggia contro la Samp ma non segna. Ma soprattutto il Don Matteo FC va in gol con il rigore di Joao Pedro all'Olimpico. Si prospetta un'altra batosta per il Lourdes FC. C'è però ancora una partita da giocare, una partita come le altre, o forse no: Inter-Juventus, derby d'Italia e scontro diretto tra prima e seconda in classifica.

Piccola premessa. Tifo Juventus, ma nonostante ciò ho deciso di inserire Lautaro, forse anche per scaramanzia. Ho controllato per tutta la settimana le percentuali del ballottaggio Higuain-Dybala, per decidere quale delle due punte argentine schierare titolare. E ovviamente, avendo scelto Gonzalo, mister Sarri manda in campo dal primo minuto la Joya.

Dopo pochi minuti dal fischio iniziale è già vantaggio Juve: ha segnato Dybala; esulto, ma con moderazione. Nella mia mente già speravo che potesse giocare tutti i 90 minuti, senza far subentrare il Pipita. Poi l'Inter conquista un calcio di rigore; batte Martinez. Rincorsa e gol. Rimango incredulo, elaboro ciò che sta succedendo; +3 di Lautaro, sì, ma proprio contro la mia Juve. Quoque tu, Toro. La partita continua, le squadre si scontrano a viso aperto ma il risultato è bloccato sull'1 pari. Sarri prova il tutto per tutto; mette dentro Higuain. Ed ecco che il sogno che Dybala potesse entrarmi dalla panchina svanisce. Demoralizzato e affranto mi proietto al solito e triste destino. È inutile raccontarvi cosa è successo quando il Pipita riceve palla in area e insacca Handanovic. Delirio puro, il resto è storia. Risultato finale: Lourdes FC 2 - Don Matteo 1. Prima storica vittoria della mia formazione. D'altronde non esiste partita più decisiva di uno Juventus-Inter.

Sarà stato solo un caso, una fatalità o il Lourdes risalirà la classifica, prendendosi la gloria che si merita? Solo il tempo (e il campo) ci dirà come andrà a finire.



Antonio - La mia Lega Fantacalcio
https://leghe.fantacalcio.it/tanto-hai-gia-vinto

+

Hai anche tu un #Fantaracconto che vorresti veder pubblicato su Fantacalcio.it?

La tua asta è alle porte, o hai un aneddoto stagionale da volerci raccontare? Mandaci la tua storia, le foto, i video, e tutto ciò che reputi utile per poterti vedere protagonista del fantacalcio: i #Fantaracconti migliori verranno pubblicati sul sito e sulle nostre pagine social!

Invia il tutto via mail a fantaracconti [@] fantacalcio.it, e non dimenticarti di linkare all'interno della mail la tua Lega Fantacalcio altrimenti il racconto non potrà partecipare al contest.

Solo i migliori, quelli scritti meglio, più correttamente, e dettagliatamente, verranno selezionati e pubblicati!