Schierabilità alta

Buffon/Szczesny: Sarri non ha ancora sciolto il dubbio, ad ogni modo contro un Torino in difficoltà è una scelta sicura.

Handanovic: in casa è sempre una sicurezza, il Bologna davanti ha diversi uomini interessanti ma ora l'Inter è in forma e si vede.

Schierabilità medio-alta

Consigli: contro il Lecce finalmente l'occasione di un clean sheet, dopo averlo sfiorato a Firenze e dopo i tanti gol presi ultimamente.

Strakosha: la Lazio sta tornando pian piano una parente più stretta di quella vista all'opera prima della sosta, col Milan prevedibile un "Under".

Donnarumma: senza Immobile e Caicedo molti meno pericoli da fronteggiare, restano le solite insidie ma il Milan difficilmente prende imbarcate. Anzi.

Silvestri: l'obiettivo è limitare molto di più i danni rispetto alle ultime partite, a Brescia può riuscirci.

Gollini: rischia qualcosa a Cagliari, ma in questo momento quasi ogni giocatore dell'Atalanta va schierato.

Sepe: i tre gol a Verona pesano e sono quasi un unicum nel suo campionato, arriva al Tardini una Fiorentina in crisi e che segna poco.

Audero: è una partita quasi decisiva, sbagliarla sarebbe letale. A Lecce è andata abbastanza bene, che arrivi un +1 stavolta?

Musso: insperato clean sheet a Roma, l'obiettivo è ripetersi col Genoa che di reti ne realizza poche.

Meret: Ospina è fuori causa, il Napoli è in salute nonostante il KO di Bergamo e può battere la Roma. Una Roma che davanti gira poco e male.

Schierabilità medio-bassa

Joronen: il Verona è in salute e segna con regolarità, non sfidiamo troppo questo rischio.

Cragno: media-voto buona, ma contro il miglior attacco del campionato due domande bisogna farsele.

Dragowski: brutti segnali dalla squadra, peraltro il tridente del Parma può creare un mare di pericoli e occasioni da gol.

Letica: ha fatto intravedere buone qualità per l'età che ha, ma i gol arrivano lo stesso. E se torna Quagliarella, ci sarà un grattacapo ulteriore.

Perin: come Sirigu, difficilmente responsabile ma iper-perforato per via di una difesa poco affidabile. L'Udinese è anche in forma.

Schierabilità bassa

Sirigu: non per colpe sue, ovviamente. Ma i gol presi abbondano e la Juventus fa paura.

Gabriel: il Sassuolo segna parecchio, il Lecce dietro fa acqua da tutte le parti.

Skorupski: troppi pericoli a Milano, meglio evitare.

Mirante: ne ha già presi due in casa dall'Udinese, è un periodo nero per la Roma e al San Paolo i pericoli sono davvero troppi.

Buffon (Getty)