Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro la Lazio. Queste le sue dichiarazioni.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Sulla fase difensiva

"Sulla partita di San Siro c'è poco da dire. Sapevamo come giocava l'Inter, non abbiamo fatto una partita difensiva. Volevamo avere l'iniziativa e l'abbiamo avuta. Abbiamo creato diverse situazioni offensive, naturalmente abbiamo rischiato e il contropiede è arrivato, con l'Inter te l'aspetti. Non abbiamo reagito bene quando perdevamo la palla. Gli abbiamo concesso troppa libertà. Quando sbagliamo le altre squadre segnano subito, noi no, questo è il nostro problema principale".

Sulla Lazio

"Abbiamo preparato la partita in maniera diversa, abbiamo preparato qualcosa di nuovo. Noi non vogliamo lasciare spazi alla Lazio che in contropiede è molto pericolosa. Dobbiamo stare attenti ed essere concentrati alle loro discese. Abbiamo una strategia molto precisa per questa partita, vogliamo avere maggiore equilibrio e non permettere alla Lazio di avere troppo spazio. Giocheremo con la difesa a 4".

Sugli infortuni

"E' stata una stagione molto difficile sotto l'aspetto degli infortuni. Penso che con più giocatori a disposizione si poteva fare meglio sicuramente".

Sull'addio

"Io lascio questa squadra con grande orgoglio dopo due anni. In questi momenti subentra ingiustizia, ma per me non è così. Il sentimento è di orgoglio, sono felice di esser stato allenatore della Roma".

Sui tanti errori

"Quando vinciamo o perdiamo faccio sempre tante domande. Io sono il principale responsabile quando la squadra va male. Io provo a trovare sempre soluzioni, sia collettive che individuali. Non dobbiamo fare errori stupidi in partite come questa".

Conferenza Fonseca (Getty Images)
Conferenza Fonseca (Getty Images)