Dopo il mezzo passo falso interno contro il Sassuolo, c'era voglia di rivincita in casa Inter. Nella sfida di domenica sera contro il Parma la squadra di Antonio Conte ha vinto nel finale grazie alle reti di Alessandro Bastoni e Stefan de Vrij. Ma non sono gli unici difensori nerazzurri che hanno regalato gioie dopo la sosta ai Fantallenatori...

DE VRIJ - Ormai è un talismoano. Quando segna lui, l'Inter vince. Il difensore olandese ci ha preso gusto: dopo aver esultato contro Torino e Milan, ha battuto Sepe per il momentaneo 1-1 al Tardini lanciando la rimonta della propria squadra. Stefan è il secondo difensore centrale di questo campionato per i gol all’attivo in questa Serie A (dietro solo a Bani). Niente male per un ragazzo classe 1992 che domani contro il Brescia timbrerà la sua 150ª presenza in Serie A. Numeri importaanti che dimostrano la sua importanza nello scacchiere di mister Conte e al Fantacalcio: la sua fantamedia è di 6.65, niente male per un centrale. "Adesso testa a mercoledì”, aveva dichiarato dopo la sfida di Parma. Chissà se fosse una promessa per coloro che in queste ore stanno pensando di schierarlo in questa giornata. 

Alessandro Bastoni bacia la maglia dell'Inter (Getty Images)

BASTONI - Giovane, talentuoso e interista. Si potrebbe descrivere brevemente in questo modo il 21enne prodigio che ha sfruttato al meglio il cross di Moses nel finale. Poi ha baciato la maglia. "Sono tifoso da sempre, per me è un sogno essere qui". Il classico gol dell’ex, perché Bastoni è esploso proprio a Parma, dove l’anno scorso l’Inter l’ha girato in prestito e dove è maturato. Lo scetticismo dei 31 milioni versati all'Atalanta ormai è alle spalle. "Sono molto contento perché ci siam rivelati un bel gruppo, abbiamo spinto fino alla fine". Personalità e sicurezza che lo hanno aiutato nelle gerarchie di mister Conte e che ora lo vedono davanti ad un calciatore espero come Godin. "Rappresenta il nostro futuro", ha dichiarato più volte l'allenatore nerazzurro. Difficile dargli torto. Un investimento azzeccato anche per tutti coloro che adesso lo possono schierare al Fantacalcio: la sua fantamedia di 6,21 impreziosita da due reti ha fatto raddoppiare il suo valore.

BIRAGHI - Dopo tre assist, è arrivata anche la prima gioia in Campionato. L'esterno mancino ex Fiorentina sta tornando su alti livelli e la prestazione con il Sassuolo ne è una prova nonostante il pareggio subito nel finale. Il dualsmo con Young sarà costante fino al termine della stagione ma il terzino della nazionale italiana sta facendo di tutto per ritagliarsi un ruolo importante nel blocco dei titolari di Antonio Conte. Ha la stessa Fantamedia di Bstoni, ma dopo un momento complicato, adesso ha tutte le possibilità per migliorarla ancora.

Cristiano Biraghi (Getty Images)