SHARE

Juventus, De Ligt: "Non mi aspettavo di stare in panchina, devo conquistare il posto"

Le parole del centrale olandese


|

Intervistato dal quotidiano olandese AD, Matthijs de Ligt ha raccontato il suo mancato esordio nella Juventus in occasione della sfida con il Parma di ieri: "Naturalmente avrei preferito giocare. Non ero riuscito a cogliere niente dagli allenamenti, quindi non mi aspettavo di cominciare in panchina. Ovviamente rispetto la decisione dell'allenatore".

Il motivo è presto detto: "Devo essere realistico, sono ancora in fase di ambientamento qui in Italia. I due che hanno giocato oggi, Bonucci e Chiellini, sono stati considerati a lungo come la miglior coppia difensiva al mondo. Dovrò conquistarmi il posto".

Serve imparare la lingua: "Fisicamente è dura, ma noto che sto diventando più forte. Difensivamente le richieste non sono molto diverse rispetto a quelle a cui ero abituato all'Ajax. L'allenatore vuole che spesso giochiamo d'anticipo. L'abitudine è più nelle cose quotidiane, come la lingua. Sto seguendo un corso cinque volte a settimana che sta procedendo bene".