SHARE

Milan, Pioli: "Dobbiamo essere concentrati e determinati. Formazione? Non dico nulla"

L'ALLENATORE ROSSONERO HA DATO INDICAZIONI IMPORTANTI PER IL FANTACALCIO


|

Stefano Pioli, allenatore del Milan, è stato protagonista della sua prima conferenza stampa da tecnico rossonero. Queste le sue dichiarazioni prima della sfida con il Lecce, riportate da Fantacalcio.it.

Pioli in conferenza: queste le sue parole

"Ho trovato molta disponibilità, in allenamento e spero a questo punto anche domani sera. Dobbiamo avere il giusto approccio, dobbiamo cercare di vincere, ci servono punti e non possiamo sbagliare. Io devo lavorare a 360 gradi, non abbiamo avuto molto tempo ma penso che lo abbiamo sfruttato al meglio. Ho portato il mio metodo di lavoro e spero che la mia squadra abbia recepito il messaggio, abbia capito quello che voglio e quello che devono mettere in campo. Spero che mi stupiscano domani sera, ma posso dire che già l'ambiente mi ha stupito. 

Dopo pochi giorni mi sembrava stare qui da tanto tempo. Sono curioso di vedere la squadra come affronterà il match, sono sicuro che possiamo fare un buon lavoro. Abbiamo 5 partite e poi la sosta, a quel punto avremo già un quadro chiaro della situazione, ma adesso dobbiamo parlare di partita in partita, noi dobbiamo entrare in campo sempre con la mentalità di chi vuole vincere la vittoria. 

Colloqui individuali? Li ho sempre fatti in tutta la mia carriera, è importante entrare nella psicologia dei calciatori, inoltre volevo conoscerli. Un conto è vederli sul campo da avversari, una cosa è averci a che fare tutti i giorni. Se siamo qui al Milan è perchè lo meritiamo. Piatek titolare? La squadra non sa ancora chi scende in campo, oggi pomeriggio rivelerò la formazione. Giocherà un Milan deciso e concreto, che vuole vincere contro una squadra tosta e ben allenata

Niente ritiro? Il mio è un provvedimento inteso a responsabilizzare il calciatore, se un ragazzo è in ritiro pensa di aver fatto già tutto il possibile ma non deve essere così. I ritiri non sono più quelli di una volta, noi dobbiamo lavorare, giocare e pensare al Milan sempre, anche a casa.

Io domani voglio vedere l'approccio giusto, con compattezza e con coesione dobbiamo far vedere il lavoro fatto in settimana. Però quanto fatto ci deve regalare un'impostazione giusta".