SHARE

Allegri chiama Mandzukic: "Per me è sempre stato essenziale"

il tecnico parla del suo futuro, ecco dove potrebbe essere


|

Massimiliano Allegri, ex allenatore della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai taccuini di un portale polacco. Il tecnico non si è soffermato molto sul suo futuro, ma ha tenuto a parlare di alcune sue vecchie esperienze. Queste le sue parole.

Queste le dichiarazioni di Allegri

“Non parlo ancora bene l’inglese, ma sto imparando. I miei segreti? Se vuoi fare tutto da solo non vai molto lontano. Io faccio l’allenatore non il fisioterapista, il medico o il preparatore atletico. Ecco perché provo a circondarmi di persone competenti e affidabili. Il compito dell’allenatore è quello di creare un ambiente armonioso e di risolvere i problemi".

Allegri elogia Mandzukic: futuro insieme al Manchester United?

"Mandzukic? L’allenatore deve chiedere ai suoi giocatori quello che possono offrirgli: in questo senso Mandzukic è stato molto speciale per me perché, col suo modo di giocare, mi ha dato tantissimo in fase di costruzione del gioco.  

A Torino non ho fatto rivoluzioni, ho trovato una squadra che era da ricostruire dopo l’addio di Conte cercando di infondere nuovi stimoli ai calciatori e senza impuntarmi su un modulo unico. Non è stato un compito facile ma mi sono messo in discussione.

Ho allenato grandi campioni. Ibra? Era sempre inc…..o perché i compagni non riuscivano a stare al suo passo. Ha dovuto entrare nell’ottica che non tutti sono come lui, ho provato a farglielo capire anche io”.