L’evoluzione del fantacalcio

LE INNOVAZIONI DEL FANTACALCIO DAL 1990 AI NOSTRI GIORNI

Nel 1990 Albini pubblica il suo primo libro, ‘Serie A – Il gioco più bello del mondo dopo il calcio’. Un manuale in cui, oltre al resto, compare il primo regolamento ufficiale e pubblico del gioco. Vengono stampate 10mila copie, ma se ne vendono circa un quarto. Il dato assoluto, in ogni caso, è più che significativo: nella stagione 1990-1991 in Italia ci sono già almeno 15mila potenziali fantallenatori.

Nel 1994 arriva l’accordo con La Gazzetta dello Sport. In pochi anni i fantallenatori sono già diverse decine di migliaia. Ed il brand ‘fantacalcio’, di fatto, in breve tempo diventa una realtà consolidata: il marchio nel 2000 viene ceduto dallo stesso Albini al Gruppo Espresso, che nel 2017 lo cede a sua volta a Quadronica, società editrice del portale Fantagazzetta.com, che dalla fine degli anni 2000 intanto si è conquistato il ruolo di leader del settore, andando a innovare il gioco stesso creando una piattaforma leghe completamente online ed una community di vastissime proporzioni.

Il Fantacalcio dal 2011 smette di essere “in differita” e diventa “live”  grazie all’introduzione, inventata da Fantagazzetta, delle valutazioni dei calciatori LIVE (ovvero voti in tempo reale, e non a fine partita o addirittura il giorno dopo le partite stesse).

Nel 2012, nasce la modalità di gioco Mantra, una innovativa struttura regolamentare con una selezione dei ruoli alternativa,  quindi non più semplicisticamente come portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti, ma in base al loro ruolo reale.

Nel 2017  avviene l’introduzione dei voti statistici mediante l’algoritmo Alvin482.  Un algoritmo che, basandosi su centinaia di parametri e migliaia di combinazioni  è in grado di offrire un giudizio oggettivo ella prestazione del calciatore mantenendo però le peculiarità del voto tradizionale

Nel 2017 nascono le EuroLeghe, in cui il database di calciatori coinvolti nelle aste si estende anche al di fuori della Serie A consentendo nuove modalità di gioco.