Sono già 19 le giornate alle spalle della Serie A 2019/2020, stagione che dunque è arrivata già a metà strada, tante ed importanti le indicazioni ovviamente anche in ottica Fantacalcio. Fra i vari numeri analizzati e da analizzare ci sono anche le oscillazioni di quotazione dei calciatori, sia in positivo che in negativo: quali sono i calciatori che evidentemente sono andati oltre ogni più rosea previsione? Quali quelli che hanno seguito il percorso inverso? Partendo da ciò, cosa c'è da aspettarsi nella seconda parte da questi calciatori di cui sopra? Sono queste le basi sulle quali abbiamo costruito due formazioni costituite dai calciatori che hanno la forchetta più ampia fra la quotazione iniziale e quella attuale.

Fantacalcio, le quotazioni con massima variazione

TOP 11 - QUOTAZIONE IN RIALZO

Fra i portieri è Olsen del Cagliari ad aver fatto il più lungo salto in avanti: l'infortunio di Cragno gli ha regalato la titolarità nella squadra rossoblù, il suo buon rendimento (6.41 media voto, 5.11 fantamedia) ha fatto il resto, e così oggi vale 11 a fronte dell'1 che lo accompagnava ad inizio anno. In difesa non possono che essere i primi per rendimento ad essere cresciuti maggiormente: stiamo parlando di Gosens dell'Atalanta (da 15 a 27, totale 12), Hernandez del Milan (da 8 a 19, totale 11) e Bonucci della Juventus (da 11 a 20, totale 9), con il reparto chiuso dalla "sorpresa" Faraoni del Verona che con le sue statistiche (6.11 media voto, 6.53 fantamedia) ha avuto una crescita apri a quella del terzino del Milan passando da 7 a 18. A centrocampo troviamo tre nomi inaspettati ad agosto: Kulusevski del Parma (+19 col suo cammino da 4 a 23), Castrovilli della Fiorentina (+14 da 7 a 21) e Berenguer del Torino (+11 da 8 a 19). Merita menzione Candreva dell'Inter, +11 anche per lui (da 7 a 18), ma fuori dalla formazione per la fantamedia inferiore (7.55 il granata, 6.87 il nerazzurro). Nel tridente offensivo non può mancare Ciro Immobile della Lazio, oggi addirittura a quota 50 partendo già da un alto 34, un +16 clamoroso considerando la base di partenza appunto. Chiudono il reparto Joao Pedro del Cagliari (da 16 a 33, +17) e Muriel dell'Atalanta (da 17 a 30, +13).

FLOP 11 - QUOTAZIONE IN RIBASSO

L'altra faccia della medaglia che vede Olsen come migliore in questo contesto fra gli estremi difensori è, come lasciato intendere precedentemente, Cragno: l'infortunio che l'ha presto messo fuori dai giochi l'ha fatto scendere di ben 10 crediti da 11 a 1. In difesa troviamo autentici potenziali big, Koulibaly e Ghoulam del Napoli per esempio: la coppia azzurra è l'emblema delle difficoltà della squadra partenopea fino ad oggi, rispettivamente -12 (da 16 a 4) e -11 (da 12 a 1), come fossero una qualunque scelta di fine reparto per un fantallenatore nella costruzione della propria rosa. La coppia a chiudere risponde ai nomi di N'Koulou del Torino e Hateboer dell'Atalanta: per il granata i problemi del suo -10 (da 15 a 5) sono da ricercare nello scontro di inizio anno con la dirigenza, per il nerazzurro è semplicemente una questione di rendimento non eccezionale (5.81 media voto, 5.84 fantamedia) che lo attesa a -9 considerando la partenza da 16 e l'attuale quota 7. A centrocampo un altro dato interessante: ci sono ben due calciatori della Juventus, Bernardeschi e Can, altro segnale di conferma di ciò che racconta il campo, viste le difficoltà della Vecchia Signora principalmente in quel reparto. L'ex Fiorentina oggi vale 4 crediti dopo essere partito da 19 (-15), mentre il tedesco è sceso da 14 a 2 (-12). Autentica delusione anche Paquetà del Milan: il rossonero, fra i potenziali big di reparto, è sceso da 15 a 3 per un -12 poco invidiabile. A proposito di Milan, il record assoluto è di Piatek: -20 e mille polemiche, il suo 38 si è trasformato in 18. Tocca all'infermeria chiudere questa formazione con Pavoletti del Cagliari (-18 da 26 a 8) e Inglese del Parma (-17 da 23 a 6), molto più impegnati in terapie che in campo.