SHARE

FANTARACCONTI - Le tipologie di fantallenatore moderno. Durante l'asta l'amicizia non esiste

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO I VOSTRI FANTARACCONTI: QUESTA È LA VOLTA DI...


|

Dopo 8 lunghi anni, carichi di tensione, il Fantatesao splende ancora. Per chi non l’avesse intuito, il “Fanta Tesao” (“Fanta Teso” in italiano) è la lega più tesa d’Italia.

Ma perché è la lega più tesa? Mi basterebbe descriverti i 10 fantallenatori, molto sobri, che la compongono e che rispecchiano le "10 ponalità” del fantallenatore moderno, presenti in ogni lega fantacalcistica che si rispetti. E lo farò, ma durante l’articolo.

Te li infilerò quando meno te l’aspetti.

Un solo avvertimento prima di continuare: ATTENTO A MASENKO.

Anche questo anno, trovare il giorno ideale per l’asta sembrava impossibile. Addirittura la squadra “Ufficialmente Tesi” capitanata dal Mich aveva dato come disponibilità 1 giorno solo in tutto agosto. Quasi da costringere gli altri a liberarsi da tutti gli altri impegni. La tesi forte del Mich era: “Ragazzi, ma il fantacalcio è prioritario a qualsiasi altro impegno”.

Prima personalità del fantallenatore moderno: Il Venditore Spudorato. Ovvero colui che si svena per convincere gli altri e portarli dalla sua parte. Insomma, neanche Sherlock Holmes in persona sembrava poterla risolvere. Ma, colpo di scena, grazie a una giocata stellare del Pojo, la lega “Fantatesao” è riuscita ad unirsi al completo.

Seconda Personalità del fantallenatore moderno: il Mediatore Malvagio. Colui che gestisce controversie, ovviamente solo per scopi personali. Comunque, incredibile ma vero. Saremmo stati tutti e 10 live, pronti ad offendersi a 20 occhi. Addirittura 4 ragazze del quartiere si sono improvvisate in uno “strip tease”, per festeggiare l’avvenuto ritrovo per l’asta. Con questo episodio la carica emotiva è salita alle stelle. Quindi, pochi giorni, dopo: Via alle Danze.

Sveglia alle 7:00 e colazione con una manciata di Campari ciascuno, per non sbagliare. Poi, alle 9 in punto, via ufficiale all’asta più tesa di sempre.

Quest’anno è arrivato puntuale anche il Ded, che non ha perso l’occasione per interpretare il ruolo di chi sa, ma dice di non sapere.

Terza Personalità del fantallenatore moderno: il Finto Scarso. Colui che non si azzarderebbe mai a fare una ricerca come “Consigli Fantacalcio”, sul buon google. Ma in realtà, è preparato eccome. Conosce anche le fidanzate dei panchinari del Lecce. Di solito, questa personalità va molto d’accordo con chi invece tira fuori dalla manica quei giocatori sconosciuti che ti fanno sentire una schiappa.

Quarta Personalità del fantallenatore moderno: il Ricercatore Sopraffino. Come ogni anno, interpretato dal Pache, si dimostra colui che ne sa a pacchi. Colui che il fantacalcio lo vede come una vera e propria professione. Insomma, qui non si scherza, se vuoi arrivare primo devi essere super preparato. Anche perché sennò il Merca, ti fotte il posto. Sì, è proprio l’erede del primato dello scorso anno. Colui che aveva davvero una squadra sopra la media.

Quinta Personalità del fantallenatore moderno: lo Stratega Esperto. Quindi, non ci sono scuse, rialza al Nik, anche se rischi di andare al verde. Fallo per il tuo bene e quello degli altri fantallenatori. 

Arrivato fino a qui, forse ti starai chiedendo: “Ma dov’è quello scarso?”. Te lo presento subito, anche se nella lega più tesa d’Italia, è stato difficile trovarlo.

Sesta Personalità del fantallenatore moderno: il Finto Scarso. Uno dei precursori, il Giachi (capitano di Kentia Beach), conferma ogni anno lo stesso livello di scarsità, con qualche colpo geniale in stile Francesco Coco. Attenzione però, perché data la sua esperienza potrebbe essere tutto calcolato al millimetro per far abbassare la guardia a tutti. Per poi purgarli con giustezza. Il Giachi di solito siede vicino al Cheru durante l’asta, perché trova in lui un alleato. Infatti, uno interista e l’altro juventino, difficilmente si scontreranno tra loro.

Settima Personalità del fantallenatore moderno: il Tifoso Sfegatato. Colui che appena percepisce il profumo della sua squadra del cuore, se lo guardi attentamente, è afflitto da “occhi a cuoricino”. Beh, con lui la strategia è molto semplice: offri a tutti i giocatori su cui punta (quelli della Juve nella nostra lega).

Ottava Personalità del fantallenatore moderno: il Social Gamer. Rio Pinci è la squadra più social d’Italia. Capitanata dal Pinciu, trova ispirazione nei giudizi dei suoi fan. Questo è il motivo principale per cui, di solito, è il più appariscente durante l’asta. L’abito da professionista (con turbante e occhiali da after) causano soggezione su tutti gli altri componenti della tavola rettangolare. Purtroppo rotonda era troppo ingombrante. Sarà un bell’input per il prossimo anno.

Nona Personalità del fantallenatore moderno: l’Omo Culo. Poteva mancare quello in grado di vincere il fantacalcio con una squadra di mer**? No, altrimenti sarebbe una lega troppo smorta. Il Fai con il suo culo sfigurato da sapore ad ogni giornata. Porta quella freschezza, quel profumo, che nemmeno la Carta Igenica Regina può portare. Grazie a lui ogni anno, il fantacalcio è più bello.  Ovvero, più offensivo, ignorante e imprevedibile Ovviamente la maggior parte delle offese sono tutte per lui.

Ma a questo punto siamo arrivati al momento più atteso. Tieniti forte perché è arrivato il fantallenatore più teso d’Italia. Colui che crea fan e nemmeno lo sa. Colui che ti fa scompisciare dalle risate, qualsiasi verso faccia. Facciamo un grandissimo applauso a Masenko.

Decima Personalità del fantallenatore moderno: l’Amico di Fiducia. La verità è che lui è l’unico a cui tutti gli altri fantallenatori vogliono bene. L’unico con cui tutti scenderebbero a compromessi. E tra tanti suoi punti forti, ha un solo punto debole: le aste dei giocatori poco conosciuti. Infatti, il segreto per farlo perdere è fomentare giocatori che potrebbero essere delle delusioni. Lui alzerà l’offerta e tu lo fregherai al momento più giusto. 

Ricordati che durante l’asta del fantacalcio l’amicizia non esiste. Siamo tutti nemici.

Tutti dobbiamo trovare la leva emotiva più nascosta per distruggere la concorrenza. Ma solo se vogliamo vincerlo. E se sei arrivato fin qui, credo che tu ci tenga più che a conquistare Diletta Leotta. Detto questo, in bocca al lupo per questa stagione.

E che Berardi ne faccia almeno 30.

Per il mio e il tuo bene.

Michele - La mia Lega Fantacalcio

Hai anche tu un #Fantaracconto che vorresti veder pubblicato su Fantacalcio.it?

La tua asta è alle porte, o hai un aneddoto stagionale da volerci raccontare? Mandaci la tua storia, le foto, i video, e tutto ciò che reputi utile per poterti vedere protagonista del fantacalcio: i #Fantaracconti migliori verranno pubblicati sul sito e sulle nostre pagine social!

Invia il tutto via mail a fantaracconti [@] fantacalcio.it, e non dimenticarti di linkare all'interno della mail la tua Lega Fantacalcio altrimenti il racconto non potrà partecipare al contest.

Solo i migliori, quelli scritti meglio, più correttamente, e dettagliatamente, verranno selezionati e pubblicati!