SHARE

FANTARACCONTI - Vi presento le pagelle dell'asta del mio fantacalcio

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO I VOSTRI FANTARACCONTI: QUESTA È LA VOLTA DI...


|

Perché il Fanta va preso sul serio, ma non troppo.

I fatti, i luoghi e le persone utilizzate in queste pagelle non sono puramente casuali. Sono ispirati a gesta di eroi contemporanei che, noncuranti della loro salute psicofisica, si sono gettati nella mischia dell'arena fantacalcistica.

OSTE del circolo MCL a Fibbiana: 9.
È come una nonna che ci aspetta ogni anno a Settembre: non chiede niente in cambio e ci offre solamente. Ci barrica in una safe-zone che per noi fa come la vasca di rigenerazione sul pianeta Namec: ad ogni rialzo di un pupillo si ridesta l'istinto dell'uomo cacciatore, siamo vivi! Dopo averci nascosto lì, lontano dagli sguardi indiscreti della gente che si crede più sana di noi, ci porta le vettovaglie necessarie alla sopravvivenza: Moretti da 66, patatine, pizzette, Stecco Ducale e per i meno marci nel corpo un po' di acquasanta rubata al parroco vicino. Dovremmo pagare 8 ore di affitto, ma l'oste giova della nostra insanità mentale: risparmia sulle sedute dallo psicologo, e allora soprassiede.
ARCORE DOVE? CIRCOLO NEL CUORE.

SALVADORI: 4.
Vincitore per una serie di malcapitati eventi l'ultima edizione, decide di portare l'amico Marco come rinforzo intellettuale. Smettono di discutere su ogni scelta solo alla settima birra del Salva, quando ormai ha così tanto alcool nel sangue che scambierebbe la Satta con Boateng. Se l'anno scorso si era trattenuto all'esordio nel fanta, stavolta mostra la sua vera natura: é il fratello mancato di Biggiogero e Alongi. Marco prova a contenere l'indole del compagno, ma con pessimi risultati: Kouame, Balotelli, Dzeko è la via che gli indica la loro nemesi alcolica. Per mantenere un certo tasso di ignoranza sono la coppia da riproporre al FantaFibbiana da qui all'eternità.
BENJISPRTIZ & FEDEBIRRA

TOGNA: 3.
Tre come i mesi estivi passati a zonzo nel globo cercando di diventare un Travel-Influencer. Si presenta all'asta in piena astinenza da lingua italiana: non si cheta un attimo. È la Radio Maria della giornata: capta ogni individuo nel raggio di 10 metri per lanciare il suo sermone. Ripreso più volte, continua imperterrito a disinteressarsi dell'asta. Solo quando viene chiamato il suo compagno di abbuffate Gonzalo mostra interesse per i rilanci e allora se lo accaparra. Per il resto, non pervenuto.
FERRAGNI CON LA PANZA

GABRI: 5.
Orfano del compagno Londi tenta un improbabile travestimento da falso invalido: borsa frigo dell'Eurospin, cavo elettrico rubato dal negozio cinese e un bendaggio gambale stile tenda del Decathlon tutto ben assemblato in un marchingegno che sembra arrivato con la DeLorean di "Ritorno al futuro". È tutto così troppo vero per sembrare una semplice macchina del ghiaccio, così gli avversari non cascano nel bluff e non si lasciano impietosire. Ripone tutto e passa al piano B: cappellino di paglia alla Sampei per fingersi appassionato di pesca. Risultato? Resta vittima dei suoi stessi rilanci quando gli viene affibbiato Soriano. La rosa nonostante Lukaku e una buona difesa non decolla, vedremo i risultati sul campo.

BONISTALLI, 7,5.
L'asta è il suo habitat naturale, il Fanta è il suo Vangelo. Sono tre settimane che ha smesso di lavorare: studia ogni sito e lista in modo maniacale. Si presenta con la maglia di Ronaldo per dare un segno agli avversari: "sono io il migliore". Aiutato dagli psicofarmaci e una massiccia assunzione di Oki assesta colpi su colpi e non cede mai: é il Rocky Balboa da Montelupo Fiorentino. La sua é la rosa da battere: Luis Alberto/De Paul a centrocampo e Belotti/Insigne là davanti. Chapeau.

CORTI, 5,5.
L'eterno secondo si presenta ai nastri di partenza carichissimo come sempre, il suo spirito demoniaco si riflette nella maglia dell'idolo che indossa: Cyril Thereau. È il presidente morale della lega, e come tale prova a rimettere in riga la truppa. Da sempre fedele all'arte del gufo fantacalcistico, quest'anno prova ad ingannare la sorte dichiarandosi già vincitore. Un altro secondo piazzamento lo porterebbe sulla via di Lourdes, che diverrebbe tappa obbligatoria per l'esorcismo.
IO SONO CONTENTO

GIUSTA-LOBA: 5.
Sono un po' come il peto che ti scappa al primo appuntamento: non lo puoi scaricare ma lo devi sopportare. Il loro quadro clinico generale non migliora la situazione: il Giusta é in piena gestione post-coma etilico dalla serata prima (arriva in ritardo e travestito da Twilight), mentre il Loba ci annuncia l'arrivo del secondogenito e per poco non sviene. Tra una trasfusione in vena di Moretti e l'altra assestano anche qualche buon colpo, Piatek su tutti.


BATTILOCCHI: 6
La sufficienza non è per la rosa, ma per l'aspetto romantico con cui affronta l'asta. Anni fa tirava ballini di sale intorno al tavolo e indossava corone di peperoncini per invocare la dea bendata. Oggi é diverso, oggi ha un altro Dio da venerare che di nome fa Cristiano. Su 700 di budget ha speso solo 106 fantamilioni quando arriviamo al reparto offensivo: Ronaldo é suo da Giugno, lo ha scritto nella rosa ancor prima di iniziare. Per lui la vittoria del fantacalcio non conta, Messi farebbe la riserva: Ronaldo, e tutto il resto é noia.

FRANCO CALIFFANO

NANDO: 6,5.
Al suo arrivo si alza decisamente l'asticella dell'ignoranza di giornata: "ero a friggere!", dirà quando gli vien fatto notare di essere in ritardo. È senza dubbio il leader del gruppo per rapporto peso-potenza, quando incroci la sua puntata in un testa a testa sai già che dovrai mollare, ne va della tua salute. È cresciuto nei peggior bar di Caracas: quando rilanciano su Kolarov c'é già chi fra noi scorre la rubrica fino alla voce "Beppe il becchino". Come ogni anno sperpera il patrimonio nei suoi pupilli a centrocampo, ma avrà da dire la sua come sempre.
BUD SPENCER

SENDRO, 4,5.
Fisico e baffo da pirata di altri tempi, incarna perfettamente il prototipo di fantacalcista anni '90: Nokia 3310 usato come calcolatrice, fogli di appunti con le rose e soprattutto niente Internet. Fa tutto bene fino agli attaccanti, é il secondo con più budget per distacco dagli altri ma non riesce a sfruttarlo come dovrebbe. Colpevoli sia l'emicrania per dover sopportare il Togna e i crampi allo stomaco per la fame che gli annebbiano il cervello nel finale. Peccato, stava arruolando proprio la più bella ciurma della serie A.
JACK SPARROW

Questo è il resoconto di una goliardica giornata, e che la fortuna del +3 vi accompagni sempre!
Buon fantacalcio a tutti!  


Tommaso - La mia Lega Fantacalcio 

https://leghe.fantacalcio.it/fantafibbiana

+
https://leghe.fantacalcio.it/fantafibbiana

+

Hai anche tu un #Fantaracconto che vorresti veder pubblicato su Fantacalcio.it?

La tua asta è alle porte, o hai un aneddoto stagionale da volerci raccontare? Mandaci la tua storia, le foto, i video, e tutto ciò che reputi utile per poterti vedere protagonista del fantacalcio: i #Fantaracconti migliori verranno pubblicati sul sito e sulle nostre pagine social!

Invia il tutto via mail a fantaracconti [@] fantacalcio.it, e non dimenticarti di linkare all'interno della mail la tua Lega Fantacalcio altrimenti il racconto non potrà partecipare al contest.

Solo i migliori, quelli scritti meglio, più correttamente, e dettagliatamente, verranno selezionati e pubblicati!